Corre il treno a Porto Ceresio, ma Bisuschio dimenticata

Corre il treno a La riapertura della tratta Varese Porto Ceresio è riuscita a catalizzare l'attenzione di numerosissimi visitatori, oltre 10 mila persone hanno preso d'assalto il treno inaugurale. Oltre ai tantissimi curiosi festanti sono arrivati al taglio del nastro tutto gli esponenti e i responsabili della società civile e politici, tra ciu tutti i primi cittadini dei paesi limitrofi. I sindaci della Valceresio c’erano tutti, tranne uno, il Sindaco di Bisuschio G...

Corre il treno a La riapertura della tratta Varese Porto Ceresio è riuscita a catalizzare l'attenzione di numerosissimi visitatori, oltre 10 mila persone hanno preso d'assalto il treno inaugurale. Oltre ai tantissimi curiosi festanti sono arrivati al taglio del nastro tutto gli esponenti e i responsabili della società civile e politici, tra ciu tutti i primi cittadini dei paesi limitrofi. I sindaci della Valceresio c’erano tutti, tranne uno, il Sindaco di Bisuschio Giovanni Resteghini. Il primo cittadino di Bisuschio, non ha partecipato alla giornata di inaugurazione dei nuovi collegamenti ferroviari perchè la "sua" stazione in paese è ancora notelvolmente in arretrato con i lavori. La stazione di Bisuschio dimenticata, con i treni che passano ma manca tutto il resto, dalle pensiline, ai servizi igienici, a un adeguato punto luce. Anche i pochi lavori fatti non sono del tutto operativi e l'esssere incompleti resta un pericolo. Dalla messa in sicurezza del passaggio con le scalette, le acque di scolo non sono state canalizzate e tante altre finiture assenti. Uno dei problemi più grossi è il discorso che riguarda i vari passaggi a livelli ancora non censiti e collegati alla nuova rete e con le sbarre che si abbassano molto tempo prima e dopo che passi il treno. "Siamo contenti del grande successo della ferrovia ritrovata ed è importante sensibilizzare sull'importanza del trasporto pubblico, favorendo l'uso del treno in questo caso, ma non dimenticatevi di noi", commenta amareggiato il Sindaco Resteghini.