LOMBARDIA. ONCOLOGIA MANTOVA, GALLERA/Mantova fornisce cure appropriate

LOMBARDIA. ONCOLOGIA MANTOVA, GALLERA: DA AUDIT EMERSA CHIARA APPROPRIATEZZA CLINICA DELLE PRESTAZIONI L'ASSESSORE: MESSAGGIO IMPORTANTE DA TRASMETTERE A COMUNITÀ (Lnews - Mantova, 21 set) "Il reparto di oncologia di Mantova ha fornito cure appropriate a tutti coloro che ne avevano bisogno. Questo è emerso dall'audit che l'Assessorato che guido ha commissionato a un gruppo tecnico diretto dal Professor De Braud dell'Istituto dei Tumori di Milano, e questo è il messaggio importante che voglio ...

LOMBARDIA. ONCOLOGIA MANTOVA, GALLERA: DA AUDIT EMERSA CHIARA APPROPRIATEZZA CLINICA DELLE PRESTAZIONI L'ASSESSORE: MESSAGGIO IMPORTANTE DA TRASMETTERE A COMUNITÀ (Lnews - Mantova, 21 set) "Il reparto di oncologia di Mantova ha fornito cure appropriate a tutti coloro che ne avevano bisogno. Questo è emerso dall'audit che l'Assessorato che guido ha commissionato a un gruppo tecnico diretto dal Professor De Braud dell'Istituto dei Tumori di Milano, e questo è il messaggio importante che voglio dare a tutta la comunità mantovana al fine di ristabilire un clima di assoluta serenità sia all'interno dell'ospedale, l'ho fatto personalmente incontrando anche i lavoratori del reparto di oncologia del Poma, ma anche in tutti i cittadini che devono avere la certezza di ricevere le cure migliori". AUDIT - Lo ha detto l'assessore al Welfare di Regione Lombardia Giulio Gallera durante la conferenza stampa indetta dalla ASST Mantova durante la quale sono stati resi noti i risultati della relazione tecnica sull'attività del periodo gennaio 2011 - luglio 2016 dell'Uoc Oncologia - Asst Mantova, richiesta dall'Assessorato Welfare di Regione Lombardia, al fine di ottenere una valutazione di appropriatezza clinica delle prestazioni oncologiche presso la Uoc di Oncologia della ASST di Mantova. GRUPPO TECNICO - Ai fini della valutazione è stato istituito un gruppo tecnico costituito dal Professor Filippo de Braud, luminare dell'Istituto dei Tumori di Milano e dai dottori Renzo Boscaini, Mara Chiara Martinelli, Stefania Maioli, Sandro Raineri e Pietro Cautiero. 6 APPROPRIATEZZA CLINICA - "Dalla relazione presentata oggi – ha spiegato Gallera - emerge una chiara valutazione di appropriatezza clinica delle prestazioni oncologiche presso il reparto di Oncologia della Asst di Mantova. Non è, inoltre, emersa preclusione a trattamenti ad alto costo destinati a pazienti malati oncologici. Il gruppo ha effettuato una valutazione complessiva dell'attività della Uoc su un triennio, dal 2013 al 2015, attraverso l'analisi dei dati relativi alla produzione di ricoveri ospedalieri, alla produzione di attività rese in regime ambulatoriale e all'utilizzo di farmaci erogati non in regime di ricovero. È stata altresì acquisita documentazione relativa ai protocolli e alle linee guida adottate dalla Uoc al fine di valutarne l'adeguatezza e la conseguente applicazione". MIGLIORE UTILIZZO POSTI LETTO - "Dall'analisi dei dati – ha sottolineato l'assessore - per i ricoveri, è emerso un crescente maggiore utilizzo dei posti letto disponibili e un aumento del numero di ricoveri prodotti. Parallelamente, si è osservata una contrazione della durata della degenza media e conseguentemente è stato possibile riscontrare un aumento delle prestazioni ambulatoriali". FARMACI - "Per quanto riguarda l'utilizzo dei farmaci erogati non in regime di ricovero - ha proseguito - , è stato analizzato un intero quinquennio, ovvero dal 2011 al 2015. L'andamento complessivo della spesa totale, nei cinque anni considerati, ha evidenziato la tendenza all'incremento, con un importante picco nell'anno 2013, solo parzialmente rientrato nel 2014. La spesa è poi però tornata a crescere significativamente nel 2015, in coerenza con il contemporaneo forte aumento del numero di trattamenti e l'immissione in commercio di farmaci oncologici innovativi ad alto costo". CARTELLE CLINICHE - "Si è inoltre proceduto alla verifica delle cartelle cliniche - ha concluso Gallera - per un campione di 16 pazienti che sono risultati aver eseguito, nel rispetto dei protocolli, cicli di cure appropriate. L'indagine condotta ha stabilito, insomma, un approccio sostanzialmente appropriato nell'uso delle risorse e nell'impiego dei farmaci. Sono sicuro che il reparto di oncologia con le sue eccellenze e professionalità continuerà ad essere punto di riferimento sul territorio". (Lnews) sal