Milano, amara sorpresa: casa popolare senza gas

Milano.
Molte famiglie di Milano hanno visto come un sogno realizzato dopo anni di attesa in graduatoria l'accesso alla casa popolare, ma anche in questo caso non possono gioire. Nessuno dei nuovi inquilini ha potuto effettuare l’allacciamento del gas in quanto la risposta del fornitore è stata sempre la stessa, spiegando che la modulistica consegnata al momento dell’assegnazione non è quella giusta. In particolare, la parte più incriminata...

Milano. Molte famiglie di Milano hanno visto come un sogno realizzato dopo anni di attesa in graduatoria l'accesso alla casa popolare, ma anche in questo caso non possono gioire. Nessuno dei nuovi inquilini ha potuto effettuare l’allacciamento del gas in quanto la risposta del fornitore è stata sempre la stessa, spiegando che la modulistica consegnata al momento dell’assegnazione non è quella giusta. In particolare, la parte più incriminata sarebbe legata al modulo I40 che attesta la corretta esecuzione dell’impianto ma che nel loro caso, trattandosi di appartamenti riattati, non sarebbe considerato valido per l’allacciamento dal fornitore. Un’odissea per gli abitanti, alcuni anche con persone invalide da accudire, da un mese vivono in queste case assegnate ma senza allacciare i servizi. Un calvario che accomuna 13 famiglie del caseggiato di  via Gandino 10 e 12, tra via Giuseppe Meda e il Naviglio Pavese, gli ultimi nuclei trasferitisi all’inizio di agosto, composto da filippini, sudamericani, marocchini e non solo. Un’altra famiglia racconta che non era attivo né il contatore della luce e né quello del gas, spera che se tutto filerà liscio, martedi prossimo avremo finalmente gli allacciamenti