Truffe online. Buoni spesa falsi. Nel mirino AUCHAN.

Truffe online. Buoni spesa falsi. Nel mirino AUCHAN. L’allerta su Comissariato di PS On Line della Polizia Postale. Lo “Sportello dei Diritti”: non rispondete alle allettanti provocazioni di fantomatiche possibilità d’acquisto e di regali   Nella quotidiana attività dello “” di segnalazione anche sulle truffe online cui ogni giorno rischiamo di essere sottoposti attraverso i nostri contatti e account, informiamo che in data odierna è stata pubblicato dalla Polizia di Sta...

Truffe online. Buoni spesa falsi. Nel mirino AUCHAN. L’allerta su Comissariato di PS On Line della Polizia Postale. Lo “Sportello dei Diritti”: non rispondete alle allettanti provocazioni di fantomatiche possibilità d’acquisto e di regali   Nella quotidiana attività dello “” di segnalazione anche sulle truffe online cui ogni giorno rischiamo di essere sottoposti attraverso i nostri contatti e account, informiamo che in data odierna è stata pubblicato dalla Polizia di Stato tramite un  post pubblicato su “ Commissariato di PS On Line – Italia” l’invito a prestare attenzione ad uno dei messaggi che può pervenire sulle nostre caselle di posta elettronica. Questo il testo della nuova allerta della Polizia Postale: “BUONI FALSI. Ancora una volta la nota catena Auchan oggetto di attività di truffa con il fine di carpire i dati degli utenti.”. Il modo migliore per difendersi, rileva Giovanni D'Agata, presidente dello “ Sportello dei Diritti” è quello di non rispondere mai a questi messaggi palesemente strani e quindi di non cliccare sui link cui solitamente conducono o rispondere alle richieste di dati bancari o sensibili. Il problema è sempre lo stesso: siamo letteralmente bombardati da questo tipo di inviti pseudocommerciali e molti consumatori allettati dalle offerte e dalla possibilità di ricevere in regalo buoni d’acquisto, possono cascarci. Bisogna, quindi, solo prestare più attenzione e accertarsi sempre della provenienza del messaggio. Nel caso siate comunque incappati nella frode potrete rivolgersi agli esperti della nostra associazione tramite i nostri contatti email  info@sportellodeidiritti.org o  segnalazioni@sportellodeidiritti.org per valutare immediatamente tutte le soluzioni del caso per evitare pregiudizi. Lecce, 12 settembre 2017                                                                                                                                                                                              Giovanni D’AGATA