100 lanterne per ricordare il sacrificio di Carlo Alberto Dalla Chiesa

Con il lancio di 100 lanterne per ricordare il sacrificio di Carlo Alberto Dalla Chiesa si concludono le “Notti di BCsicilia”

Nell’ambito delle Notti di BCsicilia si terrà lunedì 3 settembre 2018 alle ore 21,30 nel Belvedere di Campofelice di Roccella l’iniziativa “100 lanterne per ricordare Carlo Alberto Dalla Chiesa, promossa da BCsicilia, per la salvaguardia e la valorizzazione dei beni culturali e ambientali, in collaborazione con il Comune di Campofelice di Roccella, la ProCampofelice e il patrocinio dell’Assessorato Regionale dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana. Per informazioni:  Tel. 091.8112571 – 346.8241076. Email: segreteria@bcsicilia.it - Facebook: BCsicilia - Twitter: BCsicilia.

La manifestazione conclude le 50 iniziative estive organizzate per conoscere e valorizzare il territorio dell’isola e vuole essere un momento di riflessione comune, per far memoria del sacrificio del generale Carlo Alberto Dalla Chiesa trucidato barbaramente dai siciari mafiosi la sera del 3 settembre del 1982.
Dopo la presentazione del Sindaco di Campofelice di Roccella, Michela Taravella, e del Presidente regionale di BCsicilia, Alfonso Lo Cascio, è prevista, a cura di Cinzia Carraro, la lettura di alcuni brani tratti dal libro di Nando Dalla Chiesa “Delitto imperfetto”, a cui farà seguito un breve silenzio. Successivamente verranno legati dei pensieri contro la mafia che i partecipanti avranno scritto prima dell’incontro e lanciate in aria 100 lanterne: tanti quanto furono i giorni che Dalla Chiesa trascorse a Palermo.
“Ricordare Dalla Chiesa – afferma Alfonso Lo Cascio, Presidente regionale di BCsicilia - significa far memoria di un uomo che ha speso la propria vita per il riscatto della nostra terra. Uno straordinario esempio di coerenza, attaccamento ai valori e speranza nel futuro. Un sacrificio che non può essere dimenticato. Ci è sembrato il modo migliore per concludere questa fantastica avventura delle “Notti di BCsicilia”, che ha riscosso un successo strepitoso e ha visto snodarsi, dal 23 luglio al 3 settembre, 50 iniziative in tutto il territorio regionale, permettendo a migliaia  di persone di conoscere, riscoprire e apprezzare l’enorme e per certi versi eccezionale patrimonio artistico e storico dell’isola. Siamo convinti che dalla conoscenza possa rinascere una maggiore consapevolezza della nostra  identità. Insieme alla convinzione  che i nostri beni culturali devono rappresentare il volano per uno sviluppo reale e concreto della Sicilia”.

Area degli allegati