Maroni, Regione Lombardia in Sea

L'elisir d'amore di Donizetti a Malpensa non è stato solo uno dei principali eventi culturali per Sea ma è stato anche il punto di incontro di personalità politiche, dell'economia, delle forze dell'Ordine e dirigenziali della Lombardia. Non sono mancate le dichiarazioni, e tra le più importanti che riguardano il territorio varesino e lombardo, ci sono state quelle del presidente della Regione Lombardia. L'interesse della regione a dare una mano al territorio governandolo e fornendogli le riso...

L'elisir d'amore di Donizetti a Malpensa non è stato solo uno dei principali eventi culturali per Sea ma è stato anche il punto di incontro di personalità politiche, dell'economia, delle forze dell'Ordine e dirigenziali della Lombardia. Non sono mancate le dichiarazioni, e tra le più importanti che riguardano il territorio varesino e lombardo, ci sono state quelle del presidente della Regione Lombardia. L'interesse della regione a dare una mano al territorio governandolo e fornendogli le risorse necessarie si è manifestato in tutta la sua concretezza con il presidente Maroni: "Ho gia' detto che siamo pronti a entrare, sono interessato a partecipare alla costruzione di un'unica societa' che gestisca il sistema aeroportuale della Lombardia. Sono interessato e se i soci di Sea e Sacbo mi dicono di entrare io come Regione entro", ha spiegato il Presidente Maroni. La Regione Lombardia ha a disposizione 700 milioni da investire nel 2015, "io sono disponibile, altrimenti investiremo questi soldi altrove", ha concluso Maroni. (Fonte: Milano.oggi.notizie)Al presidente non è sfuggita la manovra di Sea che cerca di organizzare il sistema aeroportuale lombardo con accordi e coordinamento di Bergamo, Linate e Malpensa. L'intento è fare sistema e far crescere Malpensa, visto che Linate e Bergamo oltre un certo limite non posso andare per questioni logistiche, mentre Malpensa ha tutte le strutture per poter accogliere parecchio traffico in  più di quello attuale e la proposta di Maroni verrà certamente bene accolta sia a livello politico che sindacale. Giuseppe Criseo Varese Press