È ORA DI CAMBIARE RITMO, Marco Colombo Presidente Aime

È ORA DI CAMBIARE RITMO Il convegno svolto al Defilippi ha sancito la volontà di iniziare un percorso comune tra imprenditoria, associazioni di categoria, formazione tecnica, mondo universitario, coinvolgendo ed incalzando enti ed istituzioni locali. Solo collaborando in stretto contatto e percorrendo la via dei network territoriali, l'internazionalizzazione delle nostre eccellenze produttive, a prescindere dalla categoria, non sarà più una chimera. Aspetti negativi e limitanti non potranno p...

È ORA DI CAMBIARE RITMO Il convegno svolto al Defilippi ha sancito la volontà di iniziare un percorso comune tra imprenditoria, associazioni di categoria, formazione tecnica, mondo universitario, coinvolgendo ed incalzando enti ed istituzioni locali. Solo collaborando in stretto contatto e percorrendo la via dei network territoriali, l'internazionalizzazione delle nostre eccellenze produttive, a prescindere dalla categoria, non sarà più una chimera. Aspetti negativi e limitanti non potranno più essere una scusante a cui attaccarsi, ma dovranno essere affrontati in modo serio e competente per trasformarli da minus in plus, se addebitamente affrontati. Un esempio, nel settore agroalimentare, può essere l'esigua quantità di alcune referenze che non sono sufficienti per aggredire mercati internazionali, ma utilizzate come ingredienti aromatizzanti in lavorazioni, possono diventare prime attrici nella produzione di ravioli made in Varese, penso alla formaggella di Luino e miele varesino con piccole quantità usate nel ripieno. Una nuova formula di marketing territoriale, integrato, fa si che l'orgoglio di essere produttori ed attori economici del made in Varese venga riscoperta, esaltando le singole competenze in una comunicazione sovra settoriale che ci permetterà di essere ambasciatori non solo di noi stessi ma di un territorio a riscoperta e rinvigorita vocazione internazionale. Marco Colombo Presidente Aime Agroalimentare con delega ad EXPO