Nuovo regolamento biglietti pullman Ferrovie Sud Est, biglietto valido un giorno

Nuovo regolamento biglietti pullman La nuova validità massima è di solo un giorno dall’acquisto. Danno per gli utenti. Lo “Sportello dei Diritti”: l’azienda di trasporti torni sui suoi passi o pronti ad azioni   Sono giorni che lo “ Sportello dei Diritti”, riceve lamentele da parte degli utenti dei bus delle linee su gomma delle Ferrovie del Sud Est che ci segnalano la modifica in peius al regolamento del termine di validità dei biglietti. In particolare, il termine mass...

Nuovo regolamento biglietti pullman La nuova validità massima è di solo un giorno dall’acquisto. Danno per gli utenti. Lo “Sportello dei Diritti”: l’azienda di trasporti torni sui suoi passi o pronti ad azioni   Sono giorni che lo “ Sportello dei Diritti”, riceve lamentele da parte degli utenti dei bus delle linee su gomma delle Ferrovie del Sud Est che ci segnalano la modifica in peius al regolamento del termine di validità dei biglietti. In particolare, il termine massimo di fruibilità dall’acquisto adesso è di un solo giorno, decorso il quale il ticket non è più utilizzabile mentre l’azienda di trasporti ha ovviamente incassato anticipatamente il relativo prezzo. È noto che questo tipo di trasporti sia utilizzato principalmente da pendolari e studenti e che il rischio di poter saltare uno o più giorni per malattia o imprevisti sia più che concreto con la conseguenza che il ticket non sia più valido e la conseguente necessità di farne un altro spendendo nuovamente l’importo richiesto per la tratta. Insomma, un nuovo modo per “far cassa” a danno dell’utenza, parte debole, che riteniamo assolutamente ingiusto ed illegittimo. Per Giovanni D'Agata, presidente dello “ Sportello dei Diritti”, infatti, si tratta di una condotta vessatoria che costituisce notevole pregiudizio per l’utenza in quanto assolutamente non giustificabile e fuori da ogni precedente regola del trasporto pubblico. Ecco perché invitiamo pubblicamente l’azienda di trasporti a tornare sui propri passi o siamo pronti ad azioni singole o collettive nei suoi confronti. Lecce, 22 febbraio 2018                                                                                                                                                                                              Giovanni D’AGATA