Coldiretti Varese Fernando Fiori, spesa sospesa dall’associazione Pane di sant’Antonio

Coldiretti Varese Fernando Fiori, spesa sospesa dall’associazione Pane di sant’Antonio

I prodotti saranno consegnati all’associazione Pane di sant’Antonio - Casa della carità della Brunella (Varese)

Fiori: “Importante segno di solidarietà in vista della Pasqua. Anche stando a casa si può fare qualcosa di speciale”

                                                                                                                                                                 

VARESE –  96mila chili di cibo 100% italiano, di qualità e a chilometri zero sono state donate in una sola settimana a 22mila famiglie più bisognose direttamente dagli agricoltori di Campagna Amica nell’ambito dell’iniziativa la “spesa sospesa” operativa lungo tutta la Penisola e alla quale aderiscono anche i produttori di Campagna Amica e Coldiretti Varese.

E’ il bilancio tracciato sulla avvenuta consegna gratuita di frutta, verdura, formaggi, salumi, pasta, conserve di pomodoro, farina, olio, vino per aiutare a superare l’emergenza economica e sociale provocata dalla diffusione del coronavirus e dalle necessarie misure di contenimento. Si tratta di un risultato – sottolinea la Coldiretti provinciale - ottenuto grazie all’impegno degli agricoltori che in queste settimane consegnano i propri prodotti nelle case dei consumatori (l’elenco delle imprese che effettuano la consegna a domicilio nella provincia prealpina è disponibile sul sito https://varese.coldiretti.it/) e alla generosità degli stessi cittadini.

“Un impegno per la raccolta e la distribuzione – spiega il presidente di Coldiretti Varese Fernando Fiori - che ha già coinvolto 250 realtà sul territorio nazionale attive  per fare in modo che macchina della solidarietà sia capillare anche con la collaborazione tra gli altri di  Parrocchie, Caritas Diocesane, Banco Alimentare e Amministrazioni comunali. L’iniziativa la spesa sospesa di Campagna Amica è sul modello dell’usanza campana del “caffè sospeso”, quando al bar si lascia pagato un caffè per il clie