VITTORIA DI GIORGIA CANTU’: DODICI MULTE DOPO LA VENDITA DELL’AUTO

VITTORIA DI GIORGIA CANTU’: DODICI MULTE DOPO LA VENDITA DELL’AUTO, epilogo positivo dopo una serie di mail Una lunga e tormentata storia quella dell’olgiatese Giorgia cantù a seguito della burocrazia italica che non termina mai di stupirci. La signora aveva venduto la sua auto a un taxista che aveva collezionato la bellezza si fa per dire, di novecento  euro per le multe, per essere entrato nelle corsie taxi del centro senza essere autorizzato. Aveva anche tent...

VITTORIA DI GIORGIA CANTU’: DODICI MULTE DOPO LA VENDITA DELL’AUTO, epilogo positivo dopo una serie di mail Una lunga e tormentata storia quella dell’olgiatese Giorgia cantù a seguito della burocrazia italica che non termina mai di stupirci. La signora aveva venduto la sua auto a un taxista che aveva collezionato la bellezza si fa per dire, di novecento  euro per le multe, per essere entrato nelle corsie taxi del centro senza essere autorizzato. Aveva anche tentato di spiegare l’accaduto al comando dei vigili di Milano per telefono, ma inutilmente. I ricorsi si fanno scrivendo e così ha fatto, una raccomandata in cui ha spiegato i dettagli dell’accaduto con foto e documenti attestanti il cambio di proprietà a dimostrazione che non le andavano addebitati i verbali arrivati. La burocrazia non si e’ fermata subito: ha dovuto inviare una mail per ogni verbale, tanto per andarle incontro! Ma lei non si e’ arresa, scrivendo e motivando fino al riconoscimento della sua ragione. Una volta i ricorsi erano gratuiti ora si devono pagare: 41,00€ (di cui € 8,00 per marca da bollo ed € 33,00 per contributo unificato). Il ricorso al giudice di pace deve essere presentato entro 30 giorni dalla notifica dell’ordinanza-ingiunzione del prefetto. Una situazione paradossale ma non unica, di cui dovrebbe farsi carico il legislatore senza invece effettuare tagli ai giudici di Pace, e addossare sempre più costi agli utenti che devono potersi difendere senza grandi costi. Facendo pagare la cifretta sopra i ricorsi sono diminuiti per le multe di sosta per esempio, però si va togliere un diritto a tutti coloro che pensano di avere ragione Redazione Giuseppe Criseo Varese Press