Varese Press giornale online

gli altri siamo noi

Massoneria, proteste a Palazzo dei Normanni

Grande e infuocato il dibattito sulla Massoneria in Sicilia, dopo che la legislazione siciliana ha posto paletti precisi, discriminanti e sanzionatori.

Stefano Bisi, il Grande Maestro del Grande Oriente d’Italia, che “come disse Mario Calvino, padre dello scrittore Italo, tutela il libero pensiero e cerca di fare il bene dell’umanità”, aggiunge poi:

“Non accettiamo e respingiamo chi vuole associarci alla mafia e alle associazioni malavitose. Io credo che il Grande Oriente d’Italia sia un antidoto alla mafia, perché cerchiamo sempre di rispettare il pensiero degli altri. Chi ci associa alla mafia ragiona con il pregiudizio. Il pregiudizio della non conoscenza”, ha concluso Bisi.

Interventi dell’Udc Eleonora Lo Curto: “La massoneria ha fatto grande il mondo ed è grande nel mondo. Gli Stati Uniti d’America non sarebbero quello che sono se non ci fosse stata la massoneria. È un’associazione che rappresenta un vicolo di libertà e di giustizia. Ho ritenuto assolutamente iniqua questa norma e l’ho contrastata con molta veemenza. Tutto ciò che è compressivo della nostra libertà va combattuto. Ora aspetto soltanto che mi vengano comunicate le sanzioni a cui vado incontro”.

Antonio Catafalmo, capogruppo all’Ars di Fratelli d’Italia : “Aspetto con ansia che mi venga notificato il provvedimento con le sanzioni, l’ho proprio richiesto agli uffici, perché così potrò fare ricorso alla giustizia amministrativa e in quella sede chiedere di portare questa legge alla Corte costituzionale. Il fatto strano – ironizza – è che ancora queste sanzioni non sono arrivate. Forse perché il sospetto di incostituzionalità ce l’hanno pure gli stessi sostenitori”.

Lascia un commento