Somma, negata la benedizione all'asilo di Maddalena

Accesa discussione tra laici e cattolici, su facebook in uno dei principali gruppi di Somma in seguito alla notizia di : "Vorrei Sapere perché l'asilo Maddalena si è rifiutato di aprire ai preti per la benedizione, è successo anche negli altri asili? Trovo Questa cosa davvero ingiusta e poco educativa poiché io sono CRISTIANA CATTOLICA" La news incredibile proviene  da una delle mamme dei bimbi che frequentano l'asilo che domani andrà a sentire la motivazione del diniego all'...

Accesa discussione tra laici e cattolici, su facebook in uno dei principali gruppi di Somma in seguito alla notizia di : "Vorrei Sapere perché l'asilo Maddalena si è rifiutato di aprire ai preti per la benedizione, è successo anche negli altri asili? Trovo Questa cosa davvero ingiusta e poco educativa poiché io sono CRISTIANA CATTOLICA" La news incredibile proviene  da una delle mamme dei bimbi che frequentano l'asilo che domani andrà a sentire la motivazione del diniego all'ingresso dei preti che volevano benedire l'asilo... Se lo scontro politico, perchè si questo si tratta, si sposta pure sugli asili locali, andiamo verso lo scontro totale, altro che integrazione. Il Natale nella tradizione cristiana,  celebra la nascita di Gesù a Betlemme da Maria, ma non è solo un momento religioso, è un simbolo (della nostra Italia) che non disturba nessuno se non coloro che vogliono essere disturbati. Non mi sognerei mai di andare in un paese straniero  e pensare di cambiare oppure imporre o pretendere che altri cambiassero le loro tradizioni,usi e costumi  religiosi e non. In Italia si festeggia il Natale, non è obbligatorio, naturalmente. Ma non è neanche il caso di avversarlo. In un asilo, poi, in mezzo ai bambini che sono più sensibili alle feste e al mantenimento di un clima disteso , questa presa di posizione che va verificata fino in fondo, per capire di chi è la presa la posizione, e se è stata presa una decisione collettiva e su quali basi. I genitori hanno tutti i diritti di avere spiegazioni, visto che hanno figli che intendono fare crescere secondo le tradizioni italiche. Se poi ci sono bimbi i cui genitori per questioni religiose decidono di non aderire e partecipare alle festività locali, sono liberi di farlo, rispettando però usi e costumi locali. Vedremo e sentiremo le precisazioni che verranno. Giuseppe Criseo Varese Press