L’ex sindaco di Lonate sceglie il patteggiamento e paga 65 mila euro

L’ex sindaco di Lonate sceglie il patteggiamento e paga 65 mila euro, stessa scelta per Massimo Zocchi mentre gli altri indagati non hanno ancora scelto Danilo Rivolta, ex Sindaco di , arrestato a maggio con le accuse di corruzione, e abuso d’ufficio, ha scelto di patteggiare e pagare i 65mila euro che accusa e difesa avevano stabilito concordando la pena a quattro anni di reclusione. Non sarà il solo a percorrere questa strada, anche l’imprenditore Massimo Zocchi accusato di...

L’ex sindaco di Lonate sceglie il patteggiamento e paga 65 mila euro, stessa scelta per Massimo Zocchi mentre gli altri indagati non hanno ancora scelto

Danilo Rivolta, ex Sindaco di , arrestato a maggio con le accuse di corruzione, e abuso d’ufficio, ha scelto di patteggiare e pagare i 65mila euro che accusa e difesa avevano stabilito concordando la pena a quattro anni di reclusione. Non sarà il solo a percorrere questa strada, anche l’imprenditore Massimo Zocchi accusato di corruzione che punta a una pena di tre anni. Il tutto dovrà essere valutato dal gip. Non hanno ancora scelto gli altri indagati Orietta Liccati (accusata di una sola tangente da 13mila euro), Fulvio Rivolta e gli imprenditori Aldo Sangalli, Gianluca Pinza e Marco Ferrari che potrebbero essere intenzionati ad affrontare il dibattito in aula, sempre che per Fulvio Rivolta, architetto e fratello del sindaco, il pubblico ministero non chieda il giudizio immediato. Dallo scorso luglio Rivolta e Zocchi dopo essere stati sentiti a lungo dagli inquirenti avevano ottenuto un’attenuazione delle misure cautelare, il Rivolta passando agli arresti domiciliari e lo Zocchi al solo obbligo di firma. Entrambi non vedono l’ora di chiudere la loro vicenda giudiziaria. Lonate Pozzolo 08 settembre 2017 La Redazione