La mostra di Ivo Stelluti. Temporary Workspace Novotel Milano Malpensa Airport

IL MIO KEROUAC
15 MARZO – 2 APRILE 2018
Temporary Workspace
Novotel Milano Malpensa Airport
 
 
Temporary Workspace di Novotel Milano Malpensa Airport, struttura che da sempre dedica una particolare attenzione al mondo dell’arte, presenta
dal 15 marzo al 3 aprile 2018 la mostra di
Ivo Stelluti. L’evento inaugurale performa...

IL MIO KEROUAC 15 MARZO – 2 APRILE 2018 Temporary Workspace Novotel Milano Malpensa Airport     Temporary Workspace di Novotel Milano Malpensa Airport, struttura che da sempre dedica una particolare attenzione al mondo dell’arte, presenta dal 15 marzo al 3 aprile 2018 la mostra di Ivo Stelluti. L’evento inaugurale performance/reading rientra nella programmazione Il mio Kerouac, patrocinata dal  Museo MA*GA di Gallarate in occasione dell’esposizione Kerouac. Beat painting in corso al fino al 22 aprile 2018. La collaborazione con Novotel Milano Malpensa Airport si inserisce in un percorso di più ampio respiro che l’hotel dedica al mondo della cultura e che permette di raggiungere un pubblico trasversale di appassionati e curiosi. In particolare questa propensione all’arte si trasferisce nella struttura contemporanea dell’hotel e del suo Temporary Workspace, location perfetta per la tematica approfondita dall’artista Ivo Stelluti: il viaggio e la scoperta del nuovo.   La distanza tra la generazione dell’artista e quella degli anni '50, implica sostanziali differenze, che portano ad una definizione di viaggio non più come fuga, da una situazione, da una realtà, da una condizione di esistenza, come era per gli autori della Beat Generation, ma come ricerca e sperimentazione dal vivo della realtà. In quest'epoca dove tutto è a portata di click, la sua personale ricerca insegue sensazioni ed emozioni che non si possono certo ritrovare davanti ad un computer seduti ad una scrivania. Probabilmente, in questo nostro tempo, non si ha bisogno di fuggire senza meta e senza scopo, ma si ha piuttosto la necessità di andare, capire, ritornare e raccontare.   Il viaggio dell’artista prevede infatti sempre un ritorno, è circolare per definizione e questo permette di allargare progressivamente gli orizzonti, esplorare le diverse declinazioni della vita, imparare le differenze. Rispetto alle partenze dell’autore americano, quelle di Ivo Stelluti hanno un diverso scopo ma un simile approccio: la scoperta, l'incessante girovagare e la sete di conoscenza diventano quasi, in senso positivo, una sostanza stupefacente, qualcosa del quale non si può fare a meno e che conferisce un senso compiuto alla propria esistenza, altrimenti destinata ad un "luogo comune".   E' proprio il ritorno a casa che permette la rielaborazione delle sensazioni, l'ispirazione che plasma la materia, il colore, il racconto, la musica e la luce che ci regala la differenza tra un viaggio qualsiasi, già percorso da altri e il vero sentiero ancora da tracciare, come noi lo intendiamo. La mostra è incentrata quindi sul tema della strada e delle suggestioni derivanti dall'incontro con luoghi e culture differenti.   Inaugurazione giovedì 15 marzo ore 19.00, seguirà aperitivo (€ 15.00). Durante l’inaugurazione si terrà una Performance musicale con un reading tratto dalla sua ultima raccolta di racconti dal titolo "Strade Stralunate". I brani sono stati scelti tenendo come filo conduttore il cammino e l'idea di Kerouac di libertà, in cui il cammino prevale certamente sulla meta.   Il frammento di apertura e quello di chiusura del reading sono invece tratti dai testi di Jack Kerouac. Alla voce narrante sarà presente Fabio Castano, autore gallaratese con il quale l’artista ha già collaborato e che vede in uscita il suo nuovo libro "C'è un elefante verde in salotto", Europa Edizioni.     IVO STELLUTI. IL MIO KEROUAC. 15 MARZO – 3 APRILE 2018 Temporary Workspace Novotel Milano Malpensa Airport Via Al Campo, 99 - 21010 Cardano Al Campo (VA)     Inaugurazione 15 marzo 2018 ore 19. Performance realizzata in collaborazione con Fabio Castano tutti i giorni 9.00 | 20.00     Ivo Stelluti (Busto Arsizio -VA-, 1976) Artista poliedrico, realizza quadri, installazioni e opere d’arte con oggetti di recupero, supporti eco-compatibili e vernici che non danneggiano l’ambiente, ridando vita ai materiali di scarto della società contemporanea. Le opere sono presentate in numerose mostre collettive e personali presso gallerie, spazi espositivi, locali e discoteche. Sperimentatore inquieto di tecniche e materiali post-industriali, influenzato dalla street-art e dalle avanguardie artistiche legate ai movimenti ambientalisti degli anni ’60, Ivo elabora uno stile personale indirizzando la propria ricerca alla definizione di Ri-ArT, “Arte del Riciclo”. Spesso gli eventi che realizza sono accompagnati da interventi musicali e letterari come DJ-set, improvvisazioni strumentali, reading e letture teatrali. Aderisce ad associazioni ed iniziative, che promuovono, attraverso azioni ambientali e per mezzo del commercio equo e solidale, la diffusione di elevati standard etici, sociali ed ecologici. Organizza interventi di sensibilizzazione e tiene lezioni sulle tematiche ambientali presso e Licei e altri istituti scolastici. Viaggia per il mondo fotografando emozioni non-convenzionali che arrivano spesso tradursi in forma scritta, dove il confine tra prosa, poesia, installazione e opera musicale è volutamente indefinito. Nel 2010 scarabocchia la raccolta di racconti “Sabbia Troppo Stretta” ispirata ai numerosi viaggi nei luoghi più curiosi del al Pianeta e nel 2016 continua l’opera con una seconda raccolta dal titolo “Strade Stralunate”. Suona da oltre 20 anni diversi strumenti musicali, collaborando con numerose rock band, attraverso generi e convenzioni muovendosi tra arrangiamenti Hip-hop, rock, ambient, musica etnica e sperimentazione elettronica. Nel 2003 fonda il gruppo musicale The Mooners, inconsueto connubio tra composizioni elettriche, strumenti acustici, scrittura creativa, video digitale e performance, generando esplosioni artistiche di intensità incontrollata. Nel 2005 esce l’album “Borderline” e nel 2007 “Asimmetrie Possibili”. Ivo collabora da sempre con Enti, Istituti pubblici e Società private, volgendo il proprio impegno all’organizzazione e alla realizzazione di eventi, mostre ed interventi divulgativi riguardanti la sensibilizzazione alle tematiche legate all’ambiente, alla salvaguardia delle risorse, alla diffusione della cultura e al riciclo dei rifiuti.       Con Novotel, AccorHotels lascia gli ospiti liberi di godersi appieno il proprio soggiorno   Novotel Hotel, Suites & Resorts propone, attraverso un'offerta multiservizio, viaggi su misura per clienti business e leisure: camere spaziose e flessibili, una cucina equilibrata 24 ore su 24, sale riunioni, personale attento e pro-attivo, spazi dedicati ai bambini, una lobby multifunzionale e aree fitness. Con PLANET 21, il programma di sviluppo sostenibile di AccorHotels, Novotel si impegna per il pianeta. Novotel offre oltre 490 hotel e Resort in 58 paesi, idealmente situati nel cuore delle principali città internazionali, nei quartieri commerciali e nelle principali mete di svago.  Il Gruppo AccorHotels è un leader mondiale nei settori travel e lifestyle e un innovatore digitale che offre esperienze uniche in oltre 4.300 alberghi, resort e residence e in più di 10.000 residenze private di prestigio in tutto il mondo.   novotel.com| accorhotels.com