Como ai comaschi

GRAZIE A TUTTI!!! Esprimiamo soddisfazione per questa prima uscita che ci ha permesso di farci vedere non solo virtualmente dalla nostra città.  Il nostro obiettivo era in questo presidio avvicinare la gente comune, quella che subisce tutti i giorni il degrado e i soprusi che questa immigrazione selvaggia crea.  Abbiamo parlato coi comaschi che questa sera si sono presentati e sfogati con noi: la signora anziana che ha paura ad andare al cimitero a portare i fiori sulla tomba del ma...

GRAZIE A TUTTI!!! Esprimiamo soddisfazione per questa prima uscita che ci ha permesso di farci vedere non solo virtualmente dalla nostra città.  Il nostro obiettivo era in questo presidio avvicinare la gente comune, quella che subisce tutti i giorni il degrado e i soprusi che questa immigrazione selvaggia crea.  Abbiamo parlato coi comaschi che questa sera si sono presentati e sfogati con noi: la signora anziana che ha paura ad andare al cimitero a portare i fiori sulla tomba del marito, il pendolare che per prendere il treno deve passare in una tendopoli, alcune ragazze che passando dalla stazione hanno ricevuto "apprezzamenti" pesanti da questi giovani clandestini e tanti altri che hanno avuto il coraggio di farsi vedere e parlarci, nonostante l'inutile militarizzazione della zona. Il presidio si è svolto correttamente, diverse le provocazioni da noi volutamente non accettate...a partire dalla presenza dei soliti e delle solite 4 scansafatiche sedute al bar della piazza Cacciatori delle Alpi...forse il bar della stazione era chiuso o forse avevano appena finito una delle loro cene danzanti...ma invece di stare lì seduti non era meglio impiegare il loro tempo a ripulire i giardini della stazione??? A PRESTO, COMO AI COMASCHI Gruppo facebook