Cairate. Nuovo centro d’eccellenza per disabili e sport? proposta del sindaco Paolo Mazzucchelli

L’idea l’ha bene in testa. La voglia di realizzarla prima della conclusione del suo mandato anche.Paolo Mazzucchelli, sindaco di, non ama i giri di parole e viene dritto al punto: “vorremmo creare una struttura di eccellenza sportiva in via Trento”. Che, oltre al campo sportivo di Bolladello, diventerebbe quindi la seconda cittadella dello sport cairatese. Per adesso tutto riposa su un progetto preliminare volto a dare forma compiuta alla struttura che dovrebbe sorgere su un’area di 32 mila m...

L’idea l’ha bene in testa. La voglia di realizzarla prima della conclusione del suo mandato anche.Paolo Mazzucchelli, sindaco di, non ama i giri di parole e viene dritto al punto: “vorremmo creare una struttura di eccellenza sportiva in via Trento”. Che, oltre al campo sportivo di Bolladello, diventerebbe quindi la seconda cittadella dello sport cairatese. Per adesso tutto riposa su un progetto preliminare volto a dare forma compiuta alla struttura che dovrebbe sorgere su un’area di 32 mila metri cubi. “Si tratta – spiega ancora il primo cittadino del municipio del monastero – di un progetto inclusivo che intendiamo realizzare con un centro di Busto Arsizio e con l’associazione “Spina bifida” che abbiamo interpellato”. Non per caso l’idea è stata lanciata nel corso di un convegno sul rapporto tra disabilità e sport svoltosi a Cassano Magnago. “La disabilità esige di essere valorizzata nelle sue abilità – ha spiegato Mazzucchelli – chi è disabile non è certo figlio di un Dio minore e quindi si tratta di credere nelle sue potenzialità, di dargli la possibilità di svilupparle e di credere anche nelle nostre, nella capacità di realizzare una struttura di questa portata”. Adesso bisognerà vedere in quali modi e tempi il progetto sia destinato a decollare. Ma intanto il sasso nello stagno è stato lanciato.   Cri.Com.