Morti sospette nell’ospedale di Saronno ancora persone anziane le vittime

Morti sospette nell’ ancora persone anziane le vittime. Sarebbero cinque le nuove morti sospette inserite nel secondo “filone” dell’inchiesta “Angeli e Demoni” condotta dalla Procura di Busto Arsizio, con i carabinieri della Compagnia di Saronno. Si tratta anche stavolta di una serie di persone anziane, impotenti e incolpevoli di fronte all’applicazione del “protocollo Cazzaniga” quali Virginia Moneta, 91 anni di Saronno, Antonietta Balzarotti, 88 anni di Lazzate, Pierfrances...

Morti sospette nell’ ancora persone anziane le vittime. Sarebbero cinque le nuove morti sospette inserite nel secondo “filone” dell’inchiesta “Angeli e Demoni” condotta dalla Procura di Busto Arsizio, con i carabinieri della Compagnia di Saronno. Si tratta anche stavolta di una serie di persone anziane, impotenti e incolpevoli di fronte all’applicazione del “protocollo Cazzaniga” quali Virginia Moneta, 91 anni di Saronno, Antonietta Balzarotti, 88 anni di Lazzate, Pierfrancesco Leone Ferrazzi di Gerenzano, Giacomo Borghi, 88 anni di Lazzate, Mario Volontè, 83 anni di Saronno. Nei giorni scorsi i familiari delle vittime del medico del pronto soccorso sono stati convocati in caserma a Saronno e gli agenti li hanno informati circa l’ipotesi che il loro caro defunto potrebbe essere stato ucciso e non come si pensava fino ad oggi mancato per cause naturali. In questa seconda fase dell’inchiesta oltre al primario cazzaniga è indagata anche Laura Taroni, amante del medico e sua possibile complice nel compiere questi omicidi in corsia. Inoltre le forze dell’ordine stanno svolgendo anche dei controlli sugli ultimi decessi avvenuti nella famiglia del medico in quanto si potrebbe supporre una serie ravvicinata sospetta pensando alla morte del suocero, del marito e della mamma dell’amante infermiera