22enne palpeggiava le clienti nel parcheggio del centro commerciale, 4 aggressioni accertate

La Polizia arresta molestatore seriale
22enne palpeggiava le clienti nel parcheggio del centro commerciale, 4 aggressioni accertate Nei gironi scorsi i poliziotti del Commissariato di Città di Castello diretto dal Vice Questore Aggiunto dr.ssa Lucia Ziliotto con una brillante operazione hanno individuato il molestatore seriale che da tempo agiva nel parcheggio di un Centro Commerciale di S. Giustino. Le indagini avevano preso le mosse dal racconto di due vittime che erano ...

La Polizia arresta molestatore seriale 22enne palpeggiava le clienti nel parcheggio del centro commerciale, 4 aggressioni accertate Nei gironi scorsi i poliziotti del Commissariato di Città di Castello diretto dal Vice Questore Aggiunto dr.ssa Lucia Ziliotto con una brillante operazione hanno individuato il molestatore seriale che da tempo agiva nel parcheggio di un Centro Commerciale di S. Giustino. Le indagini avevano preso le mosse dal racconto di due vittime che erano state aggredite nel parcheggio: erano state sorprese alle spalle improvvisamente da uno sconosciuto, quindi bloccate e costrette a subire palpeggiamenti nelle parti intime. Dopo la verbalizzazione delle prime due denunce, i poliziotti del Commissariato di Città di Castello si erano messi sulle tracce del responsabile, organizzando complesse attività di osservazione anche con specifici servizi di appostamento nell’area antistante il centro commerciale. Nel corso delle indagini, era emerso che l’autore aveva colpito in almeno altri due episodi, realizzati con il medesimo modus operandi: l’uomo, infatti, sorprendeva le vittime e le aggrediva alle spalle e, dopo averle immobilizzate, ne abusava con palpeggiamenti. La tecnica era la medesima: approfittando del calare del buio, aveva scelto ogni volta le proprie vittime tra le donne che transitavano, parcheggiavano o tornavano a prendere l’auto nel parcheggio del centro commerciale. Le attività investigative dei poliziotti non hanno tardato ad identificare il reo, un italiano di 22 anni per il quale, oltre alla denuncia, era scattata la richiesta di applicazione della misura cautelare della custodia in carcere alla Procura della Repubblica. Dopo che il Giudice per le Indagini Preliminari di Perugia ha disposto la misura i poliziotti del Commissariato hanno rintracciato il giovane ed hanno dato esecuzione al provvedimento restrittivo traendolo in arresto.