Varese Press giornale online

gli altri siamo noi

Gallarate, il tema dell’affido famigliare trattato da Stefania Cribioli

E’ l’affido familiare il tema dell’incontro pubblico in programma mercoledì 13 novembre alle 20.30 nei locali comunali di via Olona (angolo via Vigorelli) allo Sciarè.  

<Interverranno>, spiega l’assessore ai Servizi sociali, Stefania Criblioli, <alcune famiglie affidatarie, che già collaborano con il Comune di Gallarate, per raccontare dal vivo la propria esperienza, sia di progetti di appoggio che residenziali>. Saranno proprio loro, a raccontare nei fatti cosa significhi intraprendere questo percorso, spiegando cosa si può dare ai ragazzi in affido, ma anche e soprattutto cosa si può da loro ricevere.

L’appello a prendere parte all’incontro e a valutare la possibilità di rendersi disponibili ad aiutare, a fare cresce, a dare affetto, ai bambini e ai ragazzi che nelle loro famiglie stanno attraversando un periodo critico, è rivolto a coppie coniugate e conviventi, con o senza figli, ma anche ai single.  Insomma, l’assessore Cribioli e lo staff dei Servizi sociali di Gallarate, si rivolgono a chiunque abbia del tempo da dedicare a questi minori (alcuni dei quali inseriti nelle comunità alloggio), aprendo le porte della loro casa e del loro cuore.

Oltre ai progetti di affido residenziale, risultano particolarmente utili anche i progetti di affiancamento diurno (definiti di appoggio) che consistono nell’accoglienza del bambino per qualche ora o giornata alla settimana, magari anche solo per supportarli nei compiti e nelle attività extra-scolastiche.

L’affido è un intervento pianificato insieme ai Servizi sociali che si realizza con la partecipazione di entrambe le famiglie, sempre che ci siano, perché in alcuni casi i bimbi non hanno i genitori.

Il primo approccio può essere l’incontro di mercoledì sera allo Sciarè: prendervi parte non costa nulla e può davvero essere il primo passo sulla strada lungo la quale adulti e bambini creeranno un legame che il tempo non cancellerà.

Please follow and like us:
error

Lascia un commento