Varese Press giornale online

gli altri siamo noi

Somma tentano truffa in via Rebaglia

Ore 9.30, è successo un disastro avete l’acqua, sono stati fatti lavori e l’acqua è inquinata, così hanno detto.

Erano dei falsi rappresentanti di una azienda che controlla l’acqua.

Erano in due uno in casa e l’altro in auto.

I due si parlavano per telefono e quello in casa ha chiesto quanti fossero in casa e poi hanno fatto una richiesta specifica, “mettete l’oro in un sacchetto di plastica perché aprendo il rubinetto dell’acqua potrebbe uscire un gas che liquefa l’oro”.

La richiesta così strana ha messo in allarme i due pensionati da soli in casa.

L’uomo in casa ha chiesto di verificare il contatore in casa per fare sentire l’odore del gas.

Il pensionato non sentiva l’odore del gas e la moglie ha detto :questa cosa non mi è chiara chiamo i Carabinieri “.

L’uomo a questo punto è scappato.

Sono storie di truffe tentate quotidianamente negli scorsi giorni a Golasecca, ora girano pure a Somma.

I Carabinieri di Somma sono stati avvisati dai pensionati.

La descrizione di uno dei due:

Un giovane sui 30 anni alto 1,70 con giubbotto in jeans e un ombrello.

L’altro era in macchina più lontano, e i due si sentono col telefono dicendo che ci sono stati due intossicati per il gas e devono chiudere il gas.

In due girano per le case e quando vedono pensionati estraggono uno strumento particolare, chiedono quanti sono in casa, spaventano e distraggono i pensionati per rubare l’oro che evidentemente hanno possibilità di fondere e fare ad sparire velocemente.

Consigli soliti, chiedere di vedere il tesserino della loro azienda e fare attendere prima di farli entrare. Chiamare in comune e i Carabinieri per verificare cosa succede.

Please follow and like us:
error

Lascia un commento