Varese Press giornale online

gli altri siamo noi

Italia. Prima nel mondo per attacchi informatici. “Occhio ai vostri dati!”.

702 attacchi hacker settimanali che colpiscono organizzazioni italiane, ed indirettamente anche noi privati. A rischio sempre più i nostri dati bancari.

Le organizzazioni Italiane sono le più colpite da attacchi informatici. Lo rileva “Check point software technologies” organizzazione israeliana e specialisti di sicurezza nel mondo, in un report che ha preso in esame il periodo tra gennaio e giugno 2019. In particolare il media vi sono stati circa 702 attacchi settimanali, rispetto ai 606 attacchi settimanali che hanno colpito settimanalmente organizzazioni non Italiane. Gli attacchi hacker in particolare provengono dagli USA e dall’Italia stessa. Il mezzo utilizzato più comune è l’E-mail, a differenza del mondo dove gli attacchi sono quasi sempre arrivati dal web. Stando allo specialista israeliano gli hacker stanno sviluppando sempre maggiori tecniche per attaccare qualsiasi sistema di tipo IT, ma non solo. A rischio anche la mobile banking con aumento di assalti superiore a ben 50% in più del 2018, sfruttando un malware di tipo bancario. Attacchi a catene di fornitura di software, inserendo con furbizia un codice malevolo nella programmazione. E-mail in grado di eludere i filtri anti spam e addirittura ai cloud, spesso poco protetti. Tutto questo mette a rischio le organizzazioni ma anche i singoli privati che spesso si ritrovano con dispositivi danneggiati, perdite di dati, violazione della propria privacy, e furto di dati bancari con una conseguente diminuzione del proprio risparmio.

Secondo la ricerca i file .doc (quelli di word) sono i file più malevoli inviati per mail, insieme a quelli eseguibili in formato .exe. Attenzione massima quindi ai download e alle mail. Assicuratevi di avere sempre software di protezione adeguati (Antivirus) e firewall funzionanti. Fate attenzione anche al file AgentTesla, in grado di monitorare e raccogliere l’input della tastiera, appunti di sistema, e fare addirittura degli screenshot mentre state lavorando, così da poter inviare all’hacker, vostre informazioni personali.
I rischi informatici sono costante e nel mare del web bisogna navigare con la massima sicurezza possibile. Nessun sistema è realmente sicuro e nessun browser. Nemmeno Chrome o Firefox .


di Nicola Scillitani

Please follow and like us:
error

Lascia un commento