Varese Press giornale online

gli altri siamo noi

Cuasso al Monte, incontro sull’Ospedale tra Regione e Comunità Montana. Emanuele Monti (Lega): “Nascerà anche un nuovo Prest ad Arcisate”

Milano, 5 novembre – “L’Ospedale di Cuasso continuerà a rappresentare un baluardo per il territorio. E in più nascerà un nuovo Prest ad Arcisate”

Così Emanuele Monti (Lega), Presidente della III Commissione Sanità e Politiche Sociali di Regione Lombardia, sull’incontro che si è svolto ieri alla Comunità Montana del Piambello.

“Abbiamo avuto modo di parlare con tutti i soggetti interessati dei progetti relativi a Cuasso e Arcisate – spiega Monti – si è trattato di un incontro di approfondimento con il Presidente della Comunità Montana Paolo Sartorio, con la Commissione Sanità dei Sindaci del territorio, presieduta da Giovanni Resteghini, e con il Comitato dell’Ospedale. Presenti anche le direzioni di Ats Insubria ed Asst Sette Laghi”.

“Sono molto soddisfatto del percorso finora fatto – prosegue il Presidente Monti – nell’arco dell’ultimo anno abbiamo portato l’attenzione di tutte le Istituzioni su Cuasso, smuovendo tutti i livelli affinché prendessero decisioni. A breve avremo anche i risultati delle manifestazioni di interesse da parte dei privati, sempre legati al mondo socio-sanitario. Abbiamo quindi risposto alle istanze del territorio, che chiedevano a gran voce il mantenimento del presidio ospedaliero di Cuasso, che reputiamo fondamentale. La grande novità è rappresentata infatti dal coinvolgimento, accanto al ruolo guida che sarà sempre del pubblico, anche del privato. Il progetto dell’Asst va in questa direzione”.

“Credo sia fondamentale che Regione Lombardia possa avvalersi di soggetti del privato accreditato per rafforzare l’offerta socio-sanitaria territoriale, per rispondere ai bisogni emergenti della popolazione” aggiunge Monti.

“Ultimo elemento, ma non certo per l’importanza che è primaria – dice l’esponente della Lega – è la garanzia di Ats e Asst di creare un Prest ad Arcisate, così da rafforzare il presidio sanitario esistente con nuovi ambulatori orientati ai bisogni del territorio, che sono bisogni legati a cronicità e presa in carico di pazienti creando sinergie con l’Ospedale di Circolo. Un’inversione di rotta, quella che stiamo attuando, rispetto agli ultimi 15 anni: finalmente tornano i servizi sul territorio della Comunità del Piambello”.

“La Commissione Sanità dei Sindaci ha apprezzato molto l’impegno di Emanuele Monti e delle dirigenze di Asst e Ats – commenta il Presidente della Comunità Montana Sartorio – siamo soddisfatti siano state ascoltate le nostre ragioni. Ora, si auspica che nei progetti futuri abbia spazio anche il progetto elaborato dalla stessa Commissione Sanità. È stata anche espressa la preferenza per una trazione che veda la predominanza del pubblico. La più grande soddisfazione rimane la conferma che l’ospedale non vedrò la propria fine, come riportavano alcune voci, che avevano addirittura ipotizzato una sua vendita, ma andrà avanti e i servizi sul territorio continueranno ad essere garantiti”.

Please follow and like us:
error

Lascia un commento