Varese Press giornale online

gli altri siamo noi

Varese, Autonomia, importante dibattito a partecipazione trasversale

A due anni dal Referendum del 22 Ottobre 2017 in cui i lombardi hanno dato chiara indicazione sul modello amministrativo che vorrebbero in Lombardia, il coordinamento provinciale della “Rete 22 Ottobre per l’Autonomia”(di seguito indicata come R22O) ha organizzato un dibattito sul tema autonomista lombardo.

R22O è un comitato apartitico che opera, ad oggi, in Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna. Scopo della R22O è la promozione della cultura dell’Autonomia delle Regioni attraverso il dibattito tra cittadini e politica.

La R22O in alleanza con le realtà del territorio si pone come interlocutore diretto nei confronti sia delle istituzioni lombarde, dei partiti territoriali e dei partiti nazionali sia del Governo.

Riteniamo importante fare massa critica tra le diverse anime autonomiste e le realtà territoriali non demandando ai partiti tradizionali l’istanza dell’Autonomia ma con forza e rappresentatività vogliamo spingere per una soluzione trasversale alla politica perché l’Autonomia non sia mercificata nel confronto tra forze opposte.

Dai politici lombardi ci aspettiamo una presa d’atto che l’Autonomia sia l’unica strada da percorrere per rilanciare la nostra regione e l’intero sistema paese.  

Se la gestione centralista da anni non può più dare risposte alle istanze del territorio, identifichiamo come soluzione alternativa che determinate materie siano gestite a livello regionale ove l’istituzione è più vicina al cittadino, alle sue istanze e alle sue necessità con risposte puntuali e corrispondenti alle reali necessità del territorio e delle realtà operanti su di esso.

Un sistema su base regionale, con meccanismi di solidarietà e di sostegno al reale sviluppo delle altre regioni, che sia in grado di dare risposte ai cittadini e alle imprese in tempi rapidi e con soluzioni tangibili e concrete e che sia in grado di valorizzare il proprio territorio e il tessuto di imprese e realtà che vi operano.

Base di partenza di ogni dibattito sull’Autonomia non possono che essere i risultati della consultazione del 2017 (dove hanno votato più di 3 milioni di lombardi che si sono espressi per il 96% a favore) e gli accordi firmati il 28 febbraio 2018 dall’allora Sottosegretario per gli Affari Regionali e le Autonomie Gianclaudio Bressa (in rappresentanza del Governo Gentiloni).

Sull’Autonomia si è già fatta troppa melina. Estromettiamo l’argomento dalla contrapposizione politica (che tende ad annichilire le posizioni altrui) e trasversalmente cogliamo l’opportunità per tutti, Lombardi e non, di fare quella svolta di innovazione rivoluzionaria che i cittadini chiedono e che la politica romana non riesce a cogliere.

Molti passi avanti sono stati fatti tra i rappresentanti di Regione Lombardia e rappresentanti del Governo.

Su molte cose vi è ancora motivo di discussione e chiarimento ma non verranno accettati passi indietro.

Non possiamo accettare che ogni volta che si presenti un nuovo Governo tutto venga rimesso in discussione per opportunità politica anche perché la gran parte dei politici lombardi (di quasi tutti gli schieramenti e che hanno avvallato il referendum del 2017 ) è d’accordo sull’intraprendere il percorso dell’Autonomia.

Seguendo lo scopo per cui è nata R22O, il coordinamento provinciale di Varese ha organizzato per sabato 26 ottobre un dibattito dal titolo “Quale Autonomia per la Lombardia?” presso la Sala Montini del Collegio De Filippi di Varese (via Brambilla, 15).

Inizio alle ore 17:30. Presenti referenti politici, amministratori regionali e rappresentanti del mondo del lavoro e dell’imprenditoria

Baroffio  Enrico (Avvocato)

Bevilacqua Gianantonio (Presidente Comitato Rete 22 Ottobre)

Bona Luca (A.L.P.I.)

Boni Davide (Grande Nord)

Bussolati Pietro (Consigliere Regionale PD)

Colombo Franco (Ex Vice Presidente Nazionale CONFAPI)

Inzaghi Matteo (Rete55)

Marantelli Daniele (PD)

Maroni Roberto (Ex Presidente Regione Lombardia)

Monti Emanuele (Consigliere Regionale Lega Nord – Assessore alla Sanità di Regione Lombardia)

Puricelli Roberto (FI)

Zaffarano Federico (ProLombardia)

Please follow and like us:
error

Lascia un commento