Varese Press giornale online

gli altri siamo noi

Gallarate, Cedrate, saccheggiano un Bar

Notte movimentata per gli Agenti della Squadra Volante del Commissariato di Gallarate e per i Carabinieri del NORM.

Il tutto ha avuto inizio poco dopo le 04.00, quando la centrale operativa del Commissariato è stata allertata da una residente in piazza Timavo, allarmata da rumori sospetti provenienti dal bar “La Piazzetta”, al momento chiuso.

La volante, giunta sul posto pochi minuti dopo da un primo controllo esterno non ha notato nulla di sospetto, ma ha immediatamente udito provenire dei rumori dall’interno del bar, segno che effettivamente la segnalazione della richiedente era più che fondata.

A questo punto gli Agenti hanno cercato di entrare dal retro, e giunti nei pressi di una finestra del locale hanno notato attraverso il vetro delle luci colorate e alcune ombre che a turno occultavano il fascio di luce, cosa che ha immediatamente reso evidente la presenza di una o più persone all’interno.

Chiaro dunque che ignoti malfattori, tramite un crick per auto trovato sul posto, avevano allargato le barre delle inferriate metalliche poste a sicurezza della finestra per guadagnarsi l’accesso.

Dopo qualche minuto un individuo si è avvicinato alla finestra e l’ha aperta, si trattava di un uomo, capelli castani e maglietta bianca che una volta vistosi scoperto dai due agenti chiudeva violentemente la finestra, eclissandosi all’interno del bar, inottemperante all’ordine degli Agenti di farsi vedere.

Dato che il locale bar presenta accessi su più fronti e non sapendo quante persone vi fossero all’interno dei locali, permanendo comunque i continui rumori, gli operanti hanno richiesto l’ausilio della radiomobile dei Carabinieri di Gallarate, che prontamente si è portata sul posto. 

Gli Agenti e i militari sono riusciti così a sorvegliare tutte le uscite del locale e ad alzare una delle serrande che lo chiude, avendo una visuale più ampia dei locali del bar, attraverso la vetrina.

Subito hanno individuato due persone, una di sesso femminile e una di sesso maschile, ovvero l’uomo che prima aveva aperto la finestra.

I due soggetti fermati, Q.S., cittadino albanese pregiudicato di 29 anni e la sua compagna, C.A.Z.D. ventunenne peruviana, si erano effettivamente introdotti nel locale dalla finestra posta nel cortiletto interno dopo avere allargato le sbarre di protezione con il cric per auto trovato dagli Agenti.

Una volta penetrati all’interno del bar avevano consumato alcune bibite per poi forzare 2 “slot machines” ivi presenti, svuotandole del contenuto.

Dopo gli atti di rito presso i locali del Commissariato, i due sono stati tratti in arresto per furto aggravato in concorso.

All’interno del bar suddetto sono stati rinvenuti e successivamente sottoposti a sequestro una sbarra in ferro lunga 105 cm e un cacciavite, mentre all’esterno del locale un cric per auto utilizzato per allargare le sbarre della finestra.

Nei pressi del locale è stata altresì rinvenuta l’autovettura utilizzata dai due per portarsi in loco, all’interno della quale gli operanti hanno reperito effetti personali della coppia ed altro materiale idoneo allo scasso, ovviamente debitamente sequestrato.

Gli arrestati sono stati giudicati con rito direttissimo nella mattinata odierna.

Please follow and like us:
error

Lascia un commento