Varese Press giornale online

gli altri siamo noi

Cinghiali. Al via la caccia selettiva. Record in provincia di Varese, di 213 abbattimenti.

La regione Lombardia al fine di risolvere l’annoso problema dei cinghiali da il via alla caccia selettiva. I cinghiali causano costanti problemi all’agricoltura e diversi incedenti stradali, ma la colpa di ciò è davvero loro, oppure dell’essere umano che ha cementificato un pç ovunque?… Diverse sono le domande che ci si può porre, ma intanto tale provvedimento, a sud della provincia ha già prodotto un record. 213 abbattimenti nel giro di appena 4 mesi.


La provincia di Varese, da un paio d’anni è interessata da una crescita esponenziale del numero di cinghiali, in particolare dalla zona Laveno Mombello a Brughiera della Malpensa. Già nel 2017 si sono registrati danni di quasi 27 mila euro, che sono saliti a 36 mila euro nello scorso anno.
“In precedenza – fanno sapere i cacciatori – avevano armi spuntate a causa della LAV che impugnò l’articolo di legge 41, che dava la possibilità di operare anche fuori stagione. Senza dimenticarci delle forme di disturbo che causavano gli animalisti. Per tali ragioni, riuscimmo quindi ad abbattere solamente 50 cinghiali”.


Ora i cacciatori possono disporre di ben 100 unità di persone abilitate alla caccia di selezione e si è provveduto ad allungare il permesso di poter sparare dopo il tramonto, di ben due ore, oltre ad estendere il limite delle giornate di caccia a 55 complessive.


Nicola Scillitani

Please follow and like us:
error

Lascia un commento