Varese Press giornale online

gli altri siamo noi

Shuttle Bus Malpensa, lamentela per la mancanza di cortesia

lettera di un viaggiatore

Caro giornale,

oggi ho utilizzato il servizio bus dello Shuttle Bus Malpensa, per lasciare a a causa l’auto e rilassarmi per andare a Milano.

Ho prenotato il servizio via internet risparmiando due euro, e partito alle 15 dal Terminal1, sono rientrato alle 20,00 circa.

Il servizio da Malpensa serve, e infatti il bus era pieno devo però raccontarvi che non sono rimasto contento degli autisti sia all’andata che al ritorno.

I loro modi bruschi e poco gentili mi hanno colpito.

All’andata il primo autista ha segnalato la fermata a voce alta molto decisa , mentre la seconda fermata se n’è dimenticato.

Una volta sceso è risalito per dire ai passeggeri se volessero scendere…

Al ritorno altro comportamento con poco stile di un altro autista: il passeggero vicino a me ha chiesto di poter scendere al Terminal 2 e l’autista ha acconsentito.

Una volta arrivati al Terminal 2, passati davanti al Cral il bus ha proseguito la corsa senza fermarsi davanti alla stazione ferroviaria su cui il mio compagno di viaggio aveva fatto affidamento per non perdere il treno.

Vista la mancata fermata, il passeggero ha chiesto: ” ma non ferma” all’autista che rispondeva in modo sgarbato : “stai zitto”.

Fatta la rotonda il bus si è fermato davanti all’aerostazione facendo scendere il passeggero.

Una volta sceso il passeggero, l’autista ha detto a voce alta: “quello lì non capisce un c….o”.

Non c’è molto da aggiungere.



caro lettore grazie per la sua lettera: cerchi di capire, il lavoro degli autisti è stressante, sempre in mezzo al traffico e talvolta può esserci una parola di troppo.

Stupisce però che non si sia trattato di un caso isolato e auspichiamo una maggiore attenzione nell’addestramento al contatto col pubblico, senza voler generalizzare.

Vanno date puntualmente e magari in anticipo, le informazioni sulle fermate in maniera che il passeggero si prepari e si perda tutti meno tempo.

Aggiungiamo pure che, il passeggero non conosce nei dettagli il percorso e le fermate, visto che non tutti viaggiano sempre utilizzando lo stesso itinerario e qualche dubbio è lecito, sopratutto se si ha paura di fare tardi rischiando di perdere il treno.

La pazienza nel contatto col pubblico è d’obbligo…

Please follow and like us:
error

Lascia un commento