Varese Press giornale online

gli altri siamo noi

Leva Civica Lombarda Volontaria, approvato progetto di legge in III Commissione


Monti e Corbetta (Lega): “Importante occasione di crescita per i nostri giovani”

Milano, 30 settembre – È stato approvato oggi, in III Commissione Sanità e Politiche Sociali di Regione Lombardia, il progetto di legge n. 71, sull’“Istituzione della Leva Civica Lombarda Volontaria”, fortemente voluto dal Gruppo Lega in Consiglio regionale.

“Un progetto di legge fondamentale – spiega il Presidente di Commissione Emanuele Monti (Lega) – perché darà la possibilità ai nostri giovani di mettersi al servizio del proprio territorio, crescendo e facendo esperienza, e apprendendo il valore della comunità. Il progetto di legge è stato presentato dal gruppo della Lega e ridisegna in chiave autonomista l’attuale normativa, creando un servizio civile lombardo indipendente da quello nazionale”.

Presente alla seduta della Commissione anche il Consigliere regionale Alessandro Corbetta, primo firmatario del progetto di legge.

“L’obiettivo è quello di creare un sistema di leva volontaria che valorizzi il ruolo dei giovani, accresca lo spirito civico e il legame che ragazze e ragazzi hanno nei confronti del loro territorio” dice Corbetta.

“La legge introduce infatti numerose novità rispetto alla situazione attuale, andando quindi a creare un servizio di leva regionale, indipendente da quello naz come l’aumento del compenso previsto per i giovani volontari, che passa da 433 a 500 euro al mese per un servizio di 25 ore settimanali” aggiungono Monti e Corbetta.

“Viene modificato anche il criterio della residenza in Lombardia, che passa da 2 a 5 anni. Si introduce poi la possibilità di una compartecipazione della spesa da parte dei Comuni o da Enti del Terzo Settore: questo farà in modo che ai progetti possano partecipare un numero più alto di volontari” sottolineano i due Consiglieri regionali della Lega.

“Ed è molto importante l’attenzione che viene riservata nel provvedimento alle persone con disabilità – proseguono – una quota dei 4 milioni di euro, con cui sarà annualmente finanziato il provvedimento, verrà destinata ai giovani diversamente abili o con particolari fragilità,in modo da farli partecipare all’esperienza della Leva Civica, dando quindi un segnale importante e concreto a favore dell’inclusività”.

“Con la Leva Civica Lombarda Volontaria i nostri giovani potranno costruire un autentico spirito comunitario mettendosi al servizio della propria comunità” concludono gli esponenti della Lega in Regione.

Please follow and like us:
error

Lascia un commento