Varese Press giornale online

gli altri siamo noi

ANCORA BRICOMAN QUESTA VOLTA A VENEGONO INF….LA PROSSIMA SARA” TRADATE???


GIUSTO IL TEMPO DI TRASCORRERE LE FERIE ED ECCO CHE TORNA FA VECCHIA PROPOSTA DI UN BRICOMAN SULLA VARESINA. SFUMATA LA SPECULAZIONE EDILIZIA AL PONTE DI VEDANO OVE SI CERCAVA DI MASCHERARE L’INTERVENTO SPECULATIVO CON IL RISANAMENTO DELL’EX CARTIERA SOTTRICI,OCCUPANDO PERO’ IL LATO OPPOSTO DELLA VARESINA “QUADRONA”,AREA VERDE,PER REALIZZARE LA GALLERIA COMMERCIALE. PROGETTO NAUFRAGATO PER VICOLI STRADALI E NON CHE AVREBBERO LIEVITATO I COSTI, PUR AVENDO OTTENENDO I DOVUTI PERMESSI. ORA TORNANO ALLA CARICA, SEMPRE SULLA  “VARESINA” SEMPRE GLI STESSI PROGETTISTI, SEMPRE LO STESSO BRICOMAN, SEMPRE, SEMPRE “NELL’INTERESSE DELLA COMUNITA’ E DEI POSTI DI LAVORO”…..BALLE!
AI TEMPI DEL PONTE DI VEDANO AVEVAMO RACCOLTO 117 FIRME DI ALTRETTANTE AZIENDE PER UN NUMERO COMPLESSIVO DI 452 OCCUPATI E AVEVAMO DIMOSTRATO COME QUESTO INSEDIAMENTO NON SOLO NON AVREBBE PORTATO NESSUNO BENEFICIO, MA COME IL TEMPO HA DIMOSTRATO PER ALTRI SETTORI, SOLO CHIUSURE E PERDITA DI POSTI DI LAVORO…. MA ANCHE CHE ERA INUTILE OCCUPARE ARRE VERDI PER SOLI FINI SPECULATIVI. LO STESSO PROBLEMA SI RIPRESENTA OGGI A VENEGONO, MA FINALMENTE CON I COMMERCIANTI, IL SINDACATO E GLI AMBIENTALISTI SI SCHIERA ANCHE UN’AMMINISTRAZIONE, QUELLA DI CASTIGLIONE CHE FA PROPRIE LE PERPLESSITA’ SIA PER CIO’ CHE CONCERNE LA VIABILITA’ E I POSTI DI LAVORO. “IL NOSTRO PARERE NEGATIVO DERIVA DA UN’ATTENTO ESAME DELLA DOCUMENTAZIONE, ABBIAMO VAGLIATO LO STUDIO DI TRAFFICO E DI PIANIFICAZIONE ATTUATIVA DELL’AMBITO URBANISTICO, QUINDI LA NOSTRA E’ UNA POSIZIONE RAGIONATA E CONSAPEVOLE” COSI’ SI E’ ESPRESSO IL SINDACO DI CASTIGLIONE OLONA G.CARLO FRIGERI. “IN PARTICOLARE LO STUDIO E’ LIMITATO AL TERRITORIO DI VENEGONO INF. E NON INCLUDE QUELLO DEI COMUNI LIMITROFI, GORNATE, TRADATE , SAREBBE STATO OPPORTUNO, AGGIUNGE IL SINDACO, “COLLEGARE ALLE PUR IMPORTANTI ARTERIE VIABILISTI ANCHE  LE INTERSEZIONI PRESENTI SUI TERRITORI CONFINANTI, COME L’INTERSEZIONE TRA LE PROVINCIALI 42 E 233 CHE SI TROVA A MENO DI 800 METRI DAL FUTURO INSEDIAMENTO COMMERCIALE COSI’ COME L’INTERSEZIONE DELLA SP.233 CON VIA DE GASPERI DI VENEGONO SUP. A MENO DI 1000 MT. DALLA FUTURA AREA COMMERCIALE. INTERSEZIONI FONDAMENTALE PER UNA SERIE VALUTAZIONE DEL TRAFFICO SULL’INTERO TERRITORIO E NON SOLO SU QUELLO DI VENEGONO.”  SENZA CONTARE,PROSEGUE IL SINDACO “CHE L’INTERVENTO PREVEDE UN INCREMENTO VEICOLARE IN UN AMBITO IN CUI E’GIA’ PRESENTE UNA ELEVATA DENSITA’  ABITATIVA E DOVE NEGLI ULTIMI MESI SI E’ VERIFICATO UN NOTEVOLE AUMENTO DEGLI INCIDENTI”.QUESTA SITUAZIONE NON POTRA’ CHE PEGGIORARE CON LA NASCITA DI UNA NUOVA STRUTTURA COMMERCIALE CHE ANDRA’ A RIVERSARE IL TRAFFICO SULLA STESSA “VARESINA.
IL PARERE NEGATIVO E’ GIUSTIFICATO PERO’ ANCHE DALLA CONSIDERAZIONE CHE -SEMPRE IL SINDACO CHE PARLA- ” IN TERRITORIO DI CASTIGLIONE, E NON SOLO, LA CUI VIABILITA’ COMMERCIALE  E’ DI INTERESSE SOVRACOMUNALE, SONO PRESENTI STRUTTURE CONSIMILI PER TIPOLOGIA MERCEOLOGICA, COME DISTRIBUZIONE DI MATERIALI PER L’EDILIZIA E BRICOLAGE, CHE ENTREREBBERO INEVITABILMENTE IN CONFLITTO CON IL NUOVO INSEDIAMENTO PREVISTO”
E’ LA PRIMA VOLTA CHE UN COMUNE PRENDE UNA CHIARA POSIZIONE SIA A SOSTEGNO DELLA SICUREZZA VIABILISTICA CHE ALLA SALVAGUARDIA DEI POSTI DI LAVORO, E’ UNA VALUTAZIONE NEGATIVA CHE SI SOMMA A QUELLA CHE DA TEMPO ESPRIMIAMO IN DIFESA DEL TERRITORIO, SALVAGUARDANDO UNA DELLE ULTIME AREE VERDI,E AIUTANDO I NEGOZI DI VICINATO A SOPRAVVIVERE, MAGARI A INCREMENTARE LA LORO PRESENZA, VISTO CHE NELL’ULTIMO PERIODO LE SARACINESCHE ABBASSATE SONO STATE SUPERIORI DI QUELLE ALZATE.LA PROVINCIA SEMPRE ATTENTA ALLA VIABILITA’,TALMENTE COMPROMESSA DA REALIZZARE UNA CICLO PEDONALE PROPRIO NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI VENEGONO INF.,SARA’ SICURAMENTE ATTENTA A QUESTO PROBLEMA, CHE CREDIAMO NON POSSA ESSERE RISOLTO CON UN’ULTERIORE ROTONDA, ANCHE SE PERMETTETECI IL SOSPETTO, E’ STRANO CHE I PROGETTI DI QUESTO TIPO VENGANO PRESENTATI OGNI QUALVOLTA, UN SINDACO DEL TERRITORIO SIEDE TRA I BANCHI DEGLI ASSESSORI PROVINCIALI, E’ STATO COSI’ PER IL PONTE DI VEDANO CON IL SINDACO LICATA, ORA  VENEGONO INF. CON IL SINDACO PREMAZZI….MA AD ULTERIORE DIFESA DEL NO RITENIAMO CHE PROPRIO LA PRESENZA IN GIUNTA REGIONALE DELL’ASSESSORE CATTANEO (ambiente e territorio) PRESENTATORE DELLA LEGGE REGIONALE DELLA DIFESA DEL SUOLO POSSA SALVAGUARDARE I TERRITORI -POCHI- LIMITROFI ALLA “VARESINA” E AIUTARE I VARI COMUNI ALLA DIFESA DEI NEGOZI DI VICINATO E AL RECUPERO DEI CENTRI STORICI.

Please follow and like us:
error

Lascia un commento