Varese Press giornale online

gli altri siamo noi

Varese, viabilità, oltre 2 milioni di euro per la messa in sicurezza delle strade

Uno stanziamento di 2,15 milioni di euro per una serie di importanti interventi finalizzati alla messa in sicurezza delle strade provinciali.

Lo prevede una delibera approvata dalla Giunta regionale lombarda su proposta dell’assessore alle Infrastrutture, Trasporti e Mobilita’sostenibile, Claudia Maria Terzi.
I fondi derivanti dal Patto per la Lombardia sono cosi ‘ripartiti:
– SP 17: realizzazione di una rotatoria all’intersezione con la via dei Prati nel Comune di Vergiate; (350.000 euro)- SP 17:

realizzazione di una rotatoria all’intersezione con lavia Colombo in Comune nel Mornago. (350.000 euro)

Indagini strutturali su ponti, viadotti e cavalcavia, consuccessivi interventi di ripristino, per quanto riguarda leseguenti strade provinciali: SP 12, SP 3, SP 19, SP 26, SP 341,SP 50, SP 1; (900.000 euro)

Posa di barriere di sicurezza in corrispondenza dei tratti critici lungo le seguenti strade provinciali: SP 1, SP 3, SP 36,SP 233, SP 20, SP 57; (550.000 euro)

La Lombardia, ha detto il presidente Attilio Fontana, prosegue il suo impegno per migliorar e rendere piu’ efficiente il sistema della viabilita’ in tutta la nostra regione.

Nello specifico valuto con grande positivita’ gli interventi che realizzeremo in provincia di Varese rispondendo cosi’ alle necessita’ e alle richieste che giungono dal territorio rendendo piu’ sicuro il sistema dei trasporti”.

“Questo provvedimento – ha spiegato Terzi – rappresenta una prima risposta concreta alla necessita’ di efficientare la rete viaria, intervenendo inmaniera puntuale e diffusa per risolvere una serie di criticita’ che il territorio ha segnalato.

I lavori finanziati, tra cui la realizzazione di due rotatorie, sono utili per incrementare il livello di sicurezza stradale.

Per noi resta assolutamente prioritario rendere le infrastrutture piu’ sicure e funzionali”.

Infatti questi sono i primi quattro interventi nel territorio varesino del Patto per la Lombardia, solo dopo che la Provincia avra’ ridefinito gli altri interventi, gia’ ricompresi nel Patto, si potra’ approvare un secondo provvedimento che andra’ a finanziarie con ulteriori risorse (circa 2,4 milioni di euro) i restanti interventi di messe in sicurezza della rete viaria provinciale.

La delibera approva lo schema di convenzione tra Regione Lombardia e Provincia di Varese per i lavori in oggetto, ricompresi nell’elenco per la messa in sicurezza degli itinerari regionali prioritari previsti dal Patto per la Lombardia.

La convenzione consente l’attuazione delle procedure necessarie alla realizzazione degli interventi e definisce i ruoli e i compiti in capo a ciascuno dei soggetti sottoscrittori.

“Mentre negli anni i Governi di centro sinistra hanno svilito il ruolo della Province privandole di risorse e competenze, Regione Lombardia si è fatta carico di garantire risorse indispensabili per la messa in sicurezza del territorio – ha commentato la Vicepresidente del Consiglio Regionale Francesca Brianza.

Coinvolgendo i vari Enti Provinciali nella programmazione e nella realizzazione degli interventi – prosegue – Regione ne riconosce l’importanza e il ruolo strategico a livello sovra comunale.

Questi interventi – conclude – si aggiungono a quelli intrapresi da Regione Lombardia per la messa in sicurezza della viabilità in corrispondenza delle intersezioni ferroviarie attraverso la realizzazione di nuovi sottopassi, l’eliminazione di passaggi a livello e investendo importanti risorse per opere di manutenzione e potenziamento infrastrutturale”.

“Siamo ben felici di poter disporre di queste risorse stanziate da Regione Lombardia – dichiara Alberto Barcaro, Consigliere della Provincia di Varese – si conferma l’importanza delle Province che, come Ente vicino al territorio, riesce a rispondere al meglio alle esigenze della popolazione e a dare la massima attenzione su opere fondamentali come ponti, strade e la loro sicurezza.

Questa è l’ennesima dimostrazione che la Provincia è un Ente importante da valorizzare e non uno spreco di denaro pubblico da demolire.”   

Please follow and like us:
error

Lascia un commento