Varese Press giornale online

gli altri siamo noi

Fatti inquietanti denunciati dal gruppo Idea Comune

riceviamo e pubblichiamo, rendendoci disponibili ad eventuali repliche da parte di chi abbia interesse e volontà a farlo.

Ad una settimana esatta dalla conferenza stampa con cui abbiamo reso noti dei fatti inquietanti, che mai avremmo voluto constatare e sottoporre all’attenzione della Magistratura, prendiamo atto che da parte del sindaco, degli assessori e dei consiglieri di maggioranza, tutto tace – segnala il gruppo consiliare di Idea Comune, con un proprio comunicato.
Non ci è stata data alcuna risposta di carattere politico in merito alle firme mendaci apposte e falsamente autenticate, nell’ambito della procedura di rilascio di diverse tessere elettorali, né in relazione ai casi di assenza di ricevute di consegna di altre tessere – continuano Compagnoni, Dal Lago e Cappai. Non ci sono stati richiesti chiarimenti e non ci risulta sia stato effettuato alcun accertamento “interno” al riguardo; come se tutto
ciò che purtroppo risulta palese, non interessasse all’Amministrazione in carica.
Del resto, sin dal 27 giugno scorso, data di presentazione presso gli Uffici comunali dell’istanza di accesso agli atti per esaminare la documentazione poi rivelatasi sconcertante, ci saremmo attesi che qualcuno ci contattasse per chiederci delucidazioni e/o il perché di tali specifiche richieste. Nulla di tutto questo.
Pertanto, stiamo valutando se richiedere la convocazione di un Consiglio comunale straordinario, affinchè emergano le riflessioni della maggioranza, si possa conoscere come intenda affrontare la situazione – molto delicata – venutasi a creare e sia dato comprendere se e quali provvedimenti verranno concretamente adottati.

Please follow and like us:
error

Lascia un commento