Varese Press giornale online

gli altri siamo noi

Fabrizio Ciuffardi augura tumori a chi non vuole lo sbarco della Open Arms

di Giuseppe Criseo

La lotta politica talvolta stravolge il pensiero portandolo all’esasperazione.

Bisogna moderare i toni e scegliere le parole giuste senza eccedere…

Fabrizio l’ho conosciuto e mi sembra incredibile sia arrivato a queste esternazioni, anche se la politica talvolta spinge a imprecazioni con odio e amore a seconda di come la si veda.

Il punto è però sempre il solito, al di là che anche solo pensare certe cose non è sicuramente bello ne porta benefici a nessuno,

non si augura morte e/o malattie a nessuno, sia chiaro.

Si può come logico, condividere o no, una posizione politica, non si può pensare che Salvini o altri vogliano il male di nessuno, ma semplicemente vorrebbe regolamentare il flusso dei migranti in maniera diversa.

Non ci dovrebbero essere migrazioni irregolari, questo è il punto e per garantire i diritti di chi vuole emigrare ci dovrebbero essere soluzioni internazionali che non ci sono e l’Italia deve sbrigarsela da sola.

In conclusione però, al di là del merito, si ricorda per l’ennesima volta che Facebook non può essere lo sfogatoio di chiunque: è una piazza reale fatta di persone a cui va il rispetto dovuto e la considerazione necessaria quando ci si approccia ad altri con idee, cultura e personalità diverse dalla nostra.

Eccedere vuol dire attirarsi odio e denunce.

Please follow and like us:
error

Lascia un commento