Varese Press giornale online

gli altri siamo noi

Legnano: le nomine nelle controllate di Amga

Legnano: le nomine nelle controllate di Amga
Legnano: le nomine nelle controllate di Amga

L’onorevole Riccardo Olgiati del Movimento 5 Stelle commenta una di quelle notizie che magari passeranno inosservate ai cittadini (di certo non agli addetti ai lavori) ma che la città deve accogliere con grande soddisfazione.

Per il parlamentare pentastellato “i rinnovi dei CDA di ALA e ALD scaduti naturalmente da qualche mese e la nomina dell’amministratore unico di AMGA Sport hanno l’obiettivo di traghettare le controllate della capofila AMGA alle elezioni amministrative del 2020 che restituiranno alla città una guida politica”.
Secondo Olgiati “Bene ha fatto il nuovo commissario, il Dr. Giuseppe Mele, uomo di spiccata esperienza e professionalità che ho avuto il piacere di conoscere nei giorni scorsi per un confronto sullo stato delle partecipate legnanesi. Un rinnovo dovuto e soprattutto fatto secondo un solo criterio che dovrebbe essere sempre alla base (uso il condizionale non per caso…), quello meritocratico, che ha portato nelle partecipate legnanesi una ventata di rosa che accolgo con piacere ma non per una questione di pari opportunità, che chi mi conosce sa che ritengo una distorsione del sistema politico, bensì per la scelta professionale”.
“Anche il rinnovo del dimissionario collegio sindacale della capofila Amga – continua il parlamentare – è un tassello fondamentale per la trasparenza aziendale, soprattutto viste le condizioni in cui oggi si trova la società. Ora resta solo un passaggio che come Movimento 5 Stelle riteniamo doveroso: la sostituzione nel minor tempo possibile del CDA della capofila Amga, già sfiduciato da diversi comuni soci di minoranza. Nelle settimane scorse avevamo avanzato la proposta del commissariamento che però non è l’unica via percorribile. Anche l’ipotesi attuata con Amga Sport con un amministratore unico potrebbe essere la soluzione ideale per una gestione snella dei mesi che porteranno a elezioni, dopo di che sarà la nuova amministrazione insieme agli altri comuni soci a fare le scelte più opportune”.
“Ma il punto fondamentale resta per noi quello di smantellare al più presto un CDA che dopo ciò che è successo a Legnano non ha più nessuna credibilità per mantenere il proprio posto, a partire dalla Presidente Ostinelli indagata nell’operazione “Piazza Pulita” insieme ai vertici politici comunali Legnanesi – conclude l’onorevole Riccardo Olgiati – Una volta fatto questo potremo davvero guardare alle elezioni con serenità programmando un rilancio del gruppo che oggi si ritrova senza una guida e senza un piano industriale sostenibile. Un’altra delle grandi sfide che aspetta la Legnano del futuro della quale siamo pronti ad assumerci le responsabilità”.

Please follow and like us:
error

Lascia un commento