Varese Press giornale online

gli altri siamo noi

Guardia turistica, lettera al presidente della Puglia

Torre Canne, 22 luglio 2019

LETTERA APERTA

Al Presidente della Regione Puglia

Alle SS.LL. in indirizzo per conoscenza e competenza.

Agli organi di informazione

Oggetto. Servizio di Guardia Medica Turistica e sviluppo socio-economico.

Buongiorno, vediamo quanti di voi in indirizzo non sono in vacanza e quanti risponderanno alla presente istanza/denuncia/proposta per lo sviluppo del Turismo Integrato, per nuovi posti di lavoro, per un’efficiente Protezione Civile.

Ognuno di voi in indirizzo, sia come eletti dai cittadini a rappresentarli sia come dipendenti assunti per gestire il bene pubblico, e il dovere di espletare al meglio i vostri incarichi.

Ognuno di noi, come cittadini, il diritto-dovere di segnalarvi le criticità e le soluzioni da adottare, sempre il pessimismo dell’intelligenza e l’ottimismo della volontà.

Come cittadino in vacanza nella vostra Regione ho rilevato come sia stato estremamente difficile individuare il Servizio di Guardia Medica (servizio ubicato nel Comune di Fasano in una piazza priva di denominazione. In un edificio privo di numero civico e di insegna esterna nonché privo di un front office. Il medico in servizio costretto a erogare un servizio privo di un personal computer, di un POS e di un fondo cassa per i resti. Un Comune che, in una piazza INNOMINATA ha però installato stalli di sosta a pagamento quando sensibilità vuole che nei pressi di dove si erogano prestazioni sanitarie vi sia la possibilità di un parcheggiare gratuito con disco orario) e questo aspetto è uno dei fattori che indubbiamente inibisce lo sviluppo del turismo nella vostra Regione, annullando le eccellenze che vi sono grazie al duro e intelligente lavoro degli imprenditori. Una singolo aspetto che ha consentito di far emergere altri aspetti come quelli legati alla sicurezza della circolazione stradale inficiata dalla mancata osservanza dei gestori delle strade sanzionabili ai sensi del Codice della Strada e dal relativo Regolamento di Esecuzione nonché passibili in caso di incidenti stradali con morti e/o feriti dei reati di omicidi o stradale e lesioni personali stradali gravi o gravissime ai sensi degli articoli 589-bis e 590-bis del Codice Penale. Non solo, ma sono emersi difetti di comunicazione nella comunicazione attraverso i siti internet di Comuni, Regione e ASL.

Essendo vostro sicuro interesse istituzionale incentivare il turismo, in particolare per tutto l’arco dell’anno, occorre che come Regione (oggi dibattito a livello governativo per le autonomie), dimostri di saper intervenire in modo quotidiano e fattivo altrimenti ogni intervento governativo sarà l’ennesima cattedrale nel deserto, come è successo, in particolare per il sud, dalla fine della seconda guerra mondiale a oggi.

Colgo l’occasione per ricordare che per creare posti di lavoro, la maggiore possibilità è il poter sviluppare il turismo Integrato, avendo ben chiaro che un cittadino italiano e/o europeo per recarsi in Puglia deve percorrere centinaia di chilometri con i relativi costi in tempo e denaro.

Pertanto, affinché sia scelta la Puglia come meta e poi consigliare ad altri di recarvisi, il turista deve poter trovare:

I siti internet di Comune, Regione, ASL che nella loro home page hanno inserito in modo evidente le seguenti informazioni:
numeri telefonici, pec, mail per segnalare le emergenze e/o chiedere soccorso;
numeri telefonici, indirizzo e coordinate GPS, PEC, e-mail dei pronti soccorsi, delle guardie mediche turistiche, delle farmacie, degli ospedali, di laboratori di analisi e di quanti soggetti pubblici e/o privati erogano prestazioni sanitarie;
i piani di emergenza comunale, tradotti almeno in inglese, che consentano rapidamente di comprendere per ogni possibile criticità, il cosa fare per autoproteggersi (quale esempio un manuale scaricabile gratuitamente aprendo http://www.incamper.org/dettagli_pubblicazione.asp?id=6 ), i luoghi dove recarsi per essere in sicurezza, chi contattare per mettersi a disposizione in base alla propria qualifica, eccetera;.
il poter essere in circolazione stradale su strade ben progettate e ben mantenute con una segnaletica stradale orizzontale e verticale essenziale, installata come previsto dal Regolamento di esecuzione del Codice della Strada,
il trovare un’assistenza sanitaria efficiente visto che, in particolare per alcuni mesi dell’anno in alcune cittadine di pochi abitanti si riversano migliaia di turisti,
igiene e sicurezza pubblica perché è micidiale ammalarsi durante una vacanza nonché subire prevaricazioni e/o rapine.
un trasporto pubblico funzionante e divulgato in modo analitico nel sito internet di ogni comune;
gabinetti pubblici diffusi.

Venendo all’assistenza sanitaria, il servizio di Guardia Medica Turistica è basilare quindi, dilazionare degli interventi, significa vanificare anche gli arrivi per il prossimo anno pertanto con la presente chiedo un tempestivo intervento per trasformare detti servizi in un esempio da imitare in tutta la nazione. Serve solo una squadra operativa, da individuare tra le vostre centinaia di dipendenti in servizio, per creare in tempi certi un elenco dei servizi di Guardia Medica Turistica in tutti i comuni della Regione elencando e verificando i seguenti dati:

Indirizzo completo della denominazione della strada e/o piazza,  numero civico, coordinate GPS,
presenza di una segnaletica esterna all’edificio per ben individuare il Servizio di Guardia Medica Turistica,
una bacheca esterna con indicato l’orario, le farmacie, pronti soccorsi, ospedali, laboratori analisi,
la presenza di un addetto al front office e telefono,
stalli di sosta limitrofi gratuiti con disco orario.

Intervenire contestualmente per far adeguare i siti internet di Comune, Regione, ASL affinché nella loro home page hanno inserito in modo evidente le seguenti informazioni:

numeri telefonici, pec, mail per segnalare le emergenze e/o chiedere soccorso;
numeri telefonici, indirizzo e coordinate GPS, PEC, e-mail dei pronti soccorsi, delle guardie mediche turistiche, delle farmacie, degli ospedali, di laboratori di analisi e di quanti soggetti pubblici e/o privati erogano prestazioni sanitarie;

Vi invito a leggere alcune proposte per promuovere il TURISMO INTEGRATO (tutte le forme di accoglienza turistica e, in particolare il Turismo Itinerante) contenute nel dossier LA RINASCITA PARTE DAL TURISMO (http://www.incamper.org/sfoglia_numero_2.asp?id=191&n=23&pages=0 ) da pagina 23 a pagina 61 del numero 191 della rivista inCAMPER).

Oltre al suddetto invito, quale dimostrazione di cittadinanza attiva, vi garantisco la disponibilità

dell’Associazione Nazionale Nuove Direzioni e

dell’Associazione Nazionale Coordinamento Camperisti

a partecipare con i propri tecnici a un vostro tavolo tecnico che, in tempi predeterminati, consenta di trasformare rapidamente dette proposte in progetti esecutivi aventi come obbiettivo il creare posti di lavoro nel settore del turismo e dell’indotto.

La partecipazione dei tecnici di dette Associazioni Nazionali al tavolo tecnico

NON COMPORTA ALCUN ONERE PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE.

A leggervi, Pier Luigi Ciolli

Please follow and like us:
error

Lascia un commento