Varese Press giornale online

gli altri siamo noi

Varese, in 700 per “Sorriso di Stelle”

Tutto il buono dell’agricoltura prealpina

VARESE –  Un ottimo riscontro di pubblico e il “giallo” dei gazebo di Campagna Amica che ha colorato il proscenio di Ville Ponti a Varese: ieri sera, gusto e solidarietà si sono incontrate con i prodotti tipici del Made in Varese per ‘Sorriso di Stelle’, con la collaborazione attiva della Coldiretti prealpina all’evento promosso da Confcommercio, Uniascom e Fipe.

Un filo conduttore gastronomico tra passato e presente che ha conquistato gli oltre 700 partecipanti e si è trasformato in gusto proprio grazie ai prodotti dell’agricoltura “made in Varese” che ne sono stati protagonisti: ad esempio lo zafferano di Angera, la cui coltivazione vide la luce nei primi decenni del XIX secolo; oppure i mirtilli di Vergiate, e ancora la Formaggella del Luinese Dop e gli altri “caprini” della Valcuvia, i piccoli frutti, il miele prealpino d’acacia Dop, gli ortaggi, i succhi di frutta e le pesche di Monate-Travedona, anch’esse di memoria più che centenaria.

Proprio le pesche, insieme al miele, sono state l’ingrediente principale di un inedito risotto che ha conquistato il favore del pubblico: una delle tante specialità realizzate grazie al coinvolgimento dei cuochi dell’Associazione Provinciale Ristoratori e dell’Associazione provinciale Cuochi Varesini (APCV), con il supporto delle scuole alberghiere.

Gli utili della manifestazione saranno devoluti quest’anno all’Associazione di volontariato Onlus “Tincontro” – Associazione Genitori per la terapia Intensiva per il progetto “Banca del Latte Umano Donato” BLUD, con sede presso l’Ospedale del Ponte di Varese.

Buon riscontro anche agli stand dei produttori di Campagna Amica: tra gli imprenditori agricole quest’anno coinvolte nella serata: “Le Selve” di Luca Franzetti, “A Poc a Poc” di Federico ed Enrico Montonati; Le terre di Solomon” di Ronzan Sabrina; “Caprivalcuvia” di Paride Peloso; “Le Sinergie” di Carmela Pappalardo;  “Vecchietti di Montegrino” di Natalia Baltina”; “Carera Andrea”.

Coldiretti (il cui impegno è stato rimarcato negli interventi a chiusura dell’evento) era rappresentata dal presidente Fernando Fiori, dal direttore Giovanni Luigi Cremonesi e dal presidente dell’associazione AgriMercato di Campagna Amica Paolo Zanotti“Siamo stati felici e onorati di aver potuto contribuire anche quest’anno che unisce un nobile intento solidale alla possibilità di evidenziare quanto di buono può nascere dalle terre della nostra provincia, diventando cibo d’autore” commenta il presidente provinciale dell’organizzazione agricola Fiori.

“Un’iniziativa che ci ha dato la possibilità di rimarcare pienamente il valore e la dignità dell’agricoltura made in Varese, rendendo evidente il suo ruolo per la tutela dell’ambiente, del territorio, delle tradizioni e della cultura, della salute, della sicurezza alimentare, dell’equità, dell’accesso al cibo a un giusto prezzo, dell’aggregazione sociale e del lavoro. E’ un’agricoltura buona e che sa fare del bene, e ieri sera ancora una volta lo ha saputo dimostrare”.

Please follow and like us:
error

Lascia un commento