Varese Press giornale online

gli altri siamo noi

Esiste la legge sulla donazione degli organi ma una sua parte resta ancora inapplicata

di Giuseppe Criseo

Il caso di Michele, che sta raccogliendo le firme per il suo come per tanti altri casi, sta mobilitando tante associazioni e singole persone che si trovano nella sua condizione oppure capiscono quanto sia importante la adesione ad una battaglia di civiltà come quella sulla donazione degli organi.

La legge esiste ma manca un decreto attuativo, sentiamo cosa dice il diretto interessato:

Mi chiamo Michele, ho 34 anni, sono un organizzatore di eventi e al momento mi trovo ricoverato all’Ospedale Monaldi di Napoli in attesa di un trapianto di cuore.Sono entrato in lista trapianto da 2 mesi e come me altri ragazzi si trovano nella mia stessa situazione.

Dal 1999 in Italia la legge 91 ha stabilito che tutti i cittadini italiani sono donatori d’organi salvo espresso diniego. A norma di legge quindi, il silenzio vale come assenso.

Questa disposizione però, a distanza di 20 anni, non è mai stata attuata 
perché il Ministero della Salute non ha mai emanato un decreto attuativo in materia.

Ci pensate a quante vite si sarebbero potute salvare in questi anni se la norma fosse stata pienamente effettiva?

Pertanto io insieme a Gennaro, Ilaria, Nunzio e Maria Franca, tutti pazienti che come me attendono un trapianto d’organi, chiediamo una cosa molto semplice: che il Ministero della Salute dia finalmente attuazione alla legge 91 e che si sblocchi totalmente la legge sulla donazione degli organi.
Ne va della vita di migliaia di persone.

Chi volesse aderire alla sua petizione, clicchi qui.

Come si potrebbe ovviare nel frattempo? Con una libera scelta nel proprio comune, una scelta di vita e una speranza per tanti cittadini in attesa di un trapianto.

Please follow and like us:
error

Lascia un commento