Varese Press giornale online

gli altri siamo noi

Pubblicato il: 7 Giugno 2019 alle 14:36

Lombardia, agriturismi, ambasciatori dei prodotti tipici regionali

L’obiettivo è chiaro: negli agriturismi lombardi devono esserci prodotti lombardi.

Grazie a questa legge gli agriturismi saranno veri e propri ambasciatori del nostro territorio.

Alziamo la soglia minima di prodotti dell’azienda agricola e anche quello di prodotti lombardi; sono molto soddisfatto di un aspetto: con questa norma gli agriturismi della nostra regione serviranno 100% vini lombardi e
pesce lombardo”. Lo ha detto l’assessore regionale all’Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi, intervenendo questo pomeriggio durante la Commissione consiliare Agricoltura.

La nuova legge andrà in aula martedì prossimo per l’approvazione definitiva.

“Ringrazio il presidente della Commissione e il relatore per il lavoro. Il
testo è stato approvato senza alcun voto contrario.

Abbiamo semplificato le procedure burocratiche sugli agriturismi,
introducendo agevolazioni su numero di pasti serviti e di posti letto” aggiunge l’assessore.

“Gli agriturismi sono in forte crescita e la Lombardia è una
meta turistica da sfruttare.

Il turista cerca sempre di più una esperienza sensoriale e per questo dobbiamo puntare sulla distintivitá della nostra offerta agroalimentare.

Nella nostra regione ci sono quasi 1.700 strutture – ha ricordato l’assessore.

Alzare la soglia minima dei prodotti locali significa anche bloccare i furbi che si nascondono dietro all’etichetta di agriturismo. Dall’altro lato si valorizza davvero chi crede in questa attività”.

Le strutture presenti nella nostra regione sono 1688, divise per provincia: Bergamo 170; Brescia 348; Como 166; Cremona 72; Lecco 79; Lodi 33; Mantova 236; Milano 133; Monza e Brianza 16; Pavia 224; Sondrio 121; Varese 90.

Please follow and like us:

Lascia un commento