Varese Press giornale online

gli altri siamo noi

ArciGay Varese, contro l’uso strumentale della religione

Riceviamo e pubblichiamo

Varese, preghiera e Santa Messa di riparazione contro il Pride.
Arcigay Varese: “uso strumentale della religione”
Varese, 31 maggio 2019

Arcigay Varese ha appreso da notizieprovita.it (link) che per il terzo anno consecutivo il comitato “Beato Miguel A. Pro” ha organizzato una preghiera di riparazione a cui seguirà una Santa Messa. Sul sito si legge: L’evento riparatore, che si svolgerà con qualsiasi condizione meteorologica, è organizzato in concomitanza e in riparazione dell’oltraggioso corteo “Varese Pride 2019” che attraverserà la città varesina.

“Riteniamo che sia l’iniziativa di preghiera in questione a essere oltraggiosa. Usare la preghiera contro altre persone e in maniera strumentale è la vera offesa alla religione” – dichiara Giovanni Boschini, presidente Arcigay Varese – “Da sempre, molti credenti partecipano al nostro evento. Il nostro è un corteo pacifico per le libertà di tutti e contro le discriminazioni. Non c’è nessuno da riparare: al Varese Pride siamo orgogliosamente noi stesse e noi stessi e non ci vergogniamo di nulla.”

Boschini prosegue: “Questa deriva reazionaria sta rapidamente trascinando il nostro Paese nell’oscurantismo, intaccando non solo i diritti delle persone LGBTI+, ma anche l’autodeterminazione delle donne, il divorzio e i diritti civili conquistati negli ultimi decenni: non a caso la medesima preghiera di riparazione a Modena ha ricevuto l’endorsement del Ministro della Famiglia Lorenzo Fontana. Sappiamo che Varese è per le libertà di tutti e non mancherà all’appuntamento del Pride il 15 giugno”.

Please follow and like us:
error

Lascia un commento