Varese Press giornale online

gli altri siamo noi

TRENI GALLARATE-MILANO IN RITARDO PER FURTO DI RAME

La vicenda dei furti di rame si ripete periodicamente, qualche volta con episodi di cronaca gravi, come la folgorazione dei ladri maldestri visto che si tratta di corrente ad alta tensione.

In questo caso si è verificato il furto ( ieri sera) e questo ha comportato ritardi a catena e sempre ieri c’erano stati minuti di buio in seguito all’asportazione dei cavi.

La spiegazione in burocratese è stata: “Guasto all’infrastruttura ferroviaria”.

«C’è chi riesce a rubare tanto rame da riempirci un camion. Parliamo di carichi da 50-100 mila euro che non rivendi facilmente se non hai le conoscenze giuste. Ma questi sono affari che gestiscono le mafie, non certo i ladri qualunque», spiega Marko (il nome è fittizio), un rom serbo che ha accettato di spiegare a L’Espresso come funziona la filiera illegale del nuovo oro. E continua: «Il singolo ladro porta quei 20-30 chili allo sfascio, li vende e con quei soldi magari fa la spesa per la famiglia. Vendere un camion di rame rubato non è la stessa cosa. Ci riesci solo se hai le giuste conoscenze. Se sei ritenuto abbastanza affidabile» ( http://www.nextnewmedia.it/la-piaga-dei-furti-di-rame-dietro-ce-la-mafia/ )

Articolo del 2011, segno che la storia si ripete da anni con grosse complicità ed enormi ricchezze.

Come avviene il furto? Si scoperchiano le canaline vicine ai binari e si asportano i cavi; togliere le guaine è semplice ed il guadagno è certo

Dai dati RFI si evince che la regione col maggior numero di furti è la Puglia con ben 645 treni coinvolti cui seguono la Siclia e la Campania. Più distaccato il Lazio e quindi l’Emilia-Romagna e la Calabria. La classifica cambia di molto se si considerano i tentativi di furto. Sempre la Puglia è in testa ma è seguita a poca distanza dalla Toscana, quindi dalla Sicilia e poi dalla Calabria. Poco distaccate seguono Campania e Lazio. ( Ferrovie.info)

Criticità

27/05/2019 09:46

Il treno 10409 (ARONA 09:06 – MILANO PORTA GARIBALDI 10:11) viaggia con 39 minuti di ritardo, per le ripercussioni di un guasto agli impianti che regolano la circolazione dei treni, ora risolto.

Criticità

27/05/2019 09:26

Aggiornamento: il treno 10408 (MILANO PORTA GARIBALDI 08:49 – ARONA 09:55) è partito con 34 minuti di ritardo per le ripercussioni di un guasto agli impianti di circolazione, ora risolto.

Criticità

27/05/2019 09:23

Aggiornamento: il treno 33228 (MILANO CENTRALE 08:29 – DOMODOSSOLA 10:13) è partito e viaggia con 51 minuti di ritardo, per le ripercussioni di un guasto agli impianti che regolano la circolazione dei treni, ora risolto.

Criticità

27/05/2019 06:26

Il treno 2147 (DOMODOSSOLA 08:51 – MILANO CENTRALE 10:31) oggi non sarà effettuato

Please follow and like us:
error

Lascia un commento