Varese Press giornale online

gli altri siamo noi

Pubblicato il: 24 Maggio 2019 alle 6:18

Arcisate, il sindaco Cavallin risponde a Bortoluzzi

La vicenda dei bocconi avvelenati ha richiamato l’attenzione di tante persone tra cui il sindaco di Arcisate.

Il Sindaco Marco Cavallin ha scritto:

Gentile sig.
Bortoluzzi,

facendo
riferimento alla Sua del 14 maggio scorso, sono felice di  comunicarLe che
la presenza di bocconi avvelenati nel rione di San Cassano è stato
fortunatamente un episodio occasionale, a noi subito segnalato da parecchi
cittadini attenti al benessere dei propri amici a quattro zampe.

Non appena
avuta notizia della  loro ritrovamento, l’Amministrazione ha dato subito
l’allerta alla cittadinanza attraverso i propri canali di informazione (sito,
social, tabelloni lumnosi) e ha prontamente attivato la Polizia Locale, che a
sua volta ha coinvolto anche i Carabinieri della stazione di Arcisate, con i
quali c’è una proficua collaborazione. Entrambe le forze dell’ordine hanno
provveduto e stanno provvedendo a pattugliare l’area, anche se successivamente
all’evento segnalato non si sono avute ulteriori denunce e le forze dell’ordine
non hanno rilevato la presenza di altri bocconi.

Al momento
nel comune di Induno non è ancora attiva la banca dati del DNA per le deiezioni
animali, se saremo ancora noi a governare può essere sicuramente un progetto da
prendere in seria considerazione, ma comunque l’attenzione al decoro urbano è
alta: sono stati posizionati nuovi cartelli di sensibilizzazione della
popolazione a raccogliere le deiezioni e con le videocamere e la fototrappola
in dotazione si possono elevare sanzioni a chi non le raccoglie, anche senza la
presenza degli agenti sul posto.

Please follow and like us:

Lascia un commento