Varese Press giornale online

gli altri siamo noi

Pubblicato il: 22 Maggio 2019 alle 7:45

Cassano Magnago,CAREGIVER DAY – Prendersi cura di chi si prende cura

CAREGIVER DAY –
Prendersi cura di chi si prende cura

L’associazione Parkinson Insubria –
sezione di Cassano Magnago, in collaborazione con le altre associazioni del
territorio e con il Patrocinio del Comune di Cassano Magnago organizza per sabato 25 maggio alle ore 9.30 presso
il Teatro San Carlo una mattinata di approfondimento e riflessione aperta all’intera
cittadinanza, dedicata alla figura del Caregiver con testimonianze, analisi e
preziosi suggerimenti.

Con il
termine caregiver si intende una
persona che assiste – senza alcun compenso – un proprio congiunto non in grado
autonomamente di svolgere gli atti necessari alla vita quotidiana. Si occupa dell’organizzazione dell’ambiente e
delle risorse necessarie a garantire la migliore qualità di vita del proprio
assistito, nel proprio ambiente familiare. Quasi sempre il familiare che diventa
caregiver è privo di preparazione specifica pur dovendo supportare in termini
relazionali ed assistenziali persone prevalentemente non autosufficienti e con
patologie sempre più complesse.

Il più delle volte il malato necessità di
assistenza continuativa per limitazioni importanti relative alla capacità di
farsi una doccia o un bagno, all’igiene personale, alla capacità di vestirsi,
alla continenza e all’alimentazione. Quotidianamente il caregiver dedica
in media 8,8 ore della propria giornata per le 
mansioni di assistenza diretta ( cioè le attività rivolte direttamente
al paziente e alla cura, ad esempio l’igiene personale, la preparazione e la
somministrazione dei pasti, la somministrazione dei farmaci e delle
medicazioni) valore che cresce al crescere dello stadio di malattia. Più del 70% delle Donne che assistono il
proprio familiare sono a rischio burn out, dedicarsi all’assistenza del
paziente comporta dei cambiamenti considerevoli sulla propria vita, dalla
riduzione o addirittura perdita del lavoro, al diradarsi delle relazioni
sociali, una più facile propensione all’insorgenza di malattie sino ad arrivare
alla depressione.

Attraverso la predisposizione di questo momento
si intende sostenere e supportare i caregivers nel loro compito di assistenza,
valorizzare il loro ruolo, formarli per migliorare il loro apporto nei
confronti del malato, rafforzarne le capacità, per evitare casi di isolamento e
depressione.

Please follow and like us:

Lascia un commento