Varese Press giornale online

gli altri siamo noi

Pubblicato il: 17 Maggio 2019 alle 16:24

Milo Manica, tra i più giovani candidati sindaco in provincia di Varese, è alla guida della lista civica Allea

www.alleaserve.it

Milo Manica, tra i più giovani candidati sindaco in provincia di Varese, è alla guida della lista civica Allea, per risvegliare Angera e pensare al futuro.

La lista civica Allea presenta il programma per far ripartire Angera, bella realtà da troppi anni avvolta in una sorta di immobilismo che fa leva unicamente sulla sua posizione favorevole, senza accorgersi della necessità di cambiamento. Spiega Milo Manica, 26 anni, candidato sindaco alla guida di Allea, ricercatore e naturalista, da anni impegnato nel volontariato ambientale e sociale:“Ilfatto che Angera sia una bella cittadina non basta per trattenere i giovani dalla fuga verso nuove opportunità lavorative o di vita. E il fatto che sia affacciata sul Lago Maggiore non è di per sé un elemento sufficiente per attirare il turismo. In questi giorni abbiamo girato molto, a Barzola, Capronno, ai Baranzit, sul lungolago e in vari luoghi del centro cittadino: abbiamo incontrato un sentimento diffuso di abbandono e al tempo stesso un forte desiderio di veder rinascere Angera. Quello che propone la Lista Allea è un piano strategico di valorizzazione delle peculiarità del territorio, di rilancio del commercio, di ammodernamento dei servizi, di lavoro verso una maggiore sostenibilità, di creazione di sinergie con frazioni, associazioni, enti e Comuni limitrofi, per lavorare tutti un’unica direzione.”

Nel programma, in particolare si propongono progetti rivolti ai giovani, per evitare che Angera sia una città dormitorio ma al contrario un luogo dove ci siano occasioni di lavoro, scambio culturale, vita sociale. Progetti rivolti alle famiglie, con una migliore offerta sanitaria, attività di prevenzione nelle scuole, doposcuola, percorsi di formazione, servizi extrascolastici e campi sportivi all’aria aperta. Progetti rivolti agli anziani, da sempre il gruppo sociale più di altri legato al centro storico, con la presenza di un centro cittadino vivo, brulicante di piccole attività commerciali e con proposte di eventi legati alla cultura e alle tradizioni. Un posto di grande rilievo è dato al turismo, che deve orientarsi verso una nuova forma di turismo lento, non di giornata ma distribuito sull’arco di più giorni, che possa appoggiarsi a servizi utili come la Pro loco e soprattutto che sia fondato su una strategia in grado di far leva sulle unicità di Angera, come il fatto di essere Area MAB Unesco, di avere bellezze culturali storiche, a partire dalla Rocca, e ambientali, come l’Oasi Bruschera, che è un sito di interesse naturalistico a livello europeo. Fari puntati sulla sostenibilità, come mobilità dolce, creazione di sentieri verdi ed efficienza energetica.

Cinque i punti principali del programma, ognuno dei quali racchiude una serie di interventi. Primo: salute e qualità della vita, con progetti inerenti Ospedale, offerta sanitaria, percorsi vita nel verde e scuole. Secondo: Angera viva, con più cultura, sport, eventi. Terzo: il Comune al servizio di cittadini e associazioni. Quarto: commercio motore dello sviluppo, con il rilancio di centro storico e attività locali. Quinto: gestione strategica di ambiente e territorio, con tante proposte, dallo sviluppo sostenibile alla nuova casa per la Canottieri, dalla viabilità alla gestione rifiuti, dal turismo al decoro urbano. Il programma è consultabile in modo completo al sito web ufficiale www.alleaserve.it, dove è scaricabile anche in formato pdf (in allegato)

Please follow and like us:

Lascia un commento