Varese Press giornale online

gli altri siamo noi

Pubblicato il: 15 Maggio 2019 alle 13:34

Gallarate. L’eroe Sandoni, così definito dal sindaco Cassani, testimone chiave

” sotto il profilo delle fonti probatorie, occorre osservare che il Responsabile del settore Urbanistica del Comune di Gallarate, SANDONI Massimo, ha volontariamente operato una serie di registrazioni riguardanti colloqui intrattenuti con l’assessore all’urbanistica PETRONE, essendosi reso disponibile a fungere da c.d. agente attrezzato per il suono, sulla base di un rituale decreto motivato dell’Ufficio del P.M.”

Uno dei passaggi chiave dell’inchiesta del momento.

E’ lui che ha aiutato i PM nell’indagine sulla corruzione, riconosciuto anche dal sindaco Cassani di Gallarate.

È un eroe», dice il sindaco Andrea Cassani che sta pensando a un riconoscimento pubblico per il responsabile del servizio “Urbanistica ed edilizia privata” ( fonte Avvenire)

«Mentre io, come ogni buon amministratore, ho sempre cercato di fare bene il mio lavoro, in modo onesto – dice il primo cittadino leghista –. Sandoni è andato oltre, e si è reso parte attiva per stanare questi corrotti e fornire informazioni importanti ai magistrati».

Chi è Sandoni? E’ il responsabile del settore Urbanistica comune di Gallarate, SANDONI Massimo, il quale, in particolare, ha riferito in via diretta, essendone stato testimone oculare, in ordine a plurimi atti contrari ai doveri d’ufficio perpetrati dall’assessore all’urbanistica in relazione alla pratica edilizia oggetto dell’accordo corruttivo.

Dava così fastidio Sandoni, che hanno cercato di toglierlo dall’incarico:”CAIANIELLO, a più riprese, intima all’assessore PETRONE di spostare SANDONI dal suo attuale incarico, ricollocandolo in un diverso settore e, segnatamente, in quello dei lavori pubblici, avvalendosi, se del caso, della procedura sulla c.d. rotazione periodica del personale”, come riporta il PM nella sua Raffaella Mascarino nella sua ordinanza.

L’inchiesta va avanti e si delineano tanti aspetti, ma non finisce qui.

Ribadiamo che comunque attendiamo le condanne (eventuali) per il giudizio finale.

Please follow and like us:

Lascia un commento