Varese Press giornale online

gli altri siamo noi

Pubblicato il: 11 Maggio 2019 alle 19:23

Sanità, Asst Valle Olona programma il passaggio alla “cartella clinica dematerializzata”

Medici e personale infermieristico dell’Asst Valle Olona passeranno presto alla “cartella clinica dematerializzata”. Un addio alla versione cartacea della cartella clinica che lascerà il posto al digitale, con l’accesso predisposto da tablet e – per alcune operazioni – da cellulare.

Il progetto vedrà la luce entro la primavera del 2020, quando si completerà l’attivazione in tutti i presidi. Il primo a sperimentare l’applicazione completa in tutti i reparti e ambulatori sarà l’ospedale di Busto Arsizio (entro dicembre 2019), poi Saronno, infine Gallarate e Somma Lombardo.

«Partiamo grazie ai progetti già avviati con finanziamento di Regione Lombardia» spiega Marco Volontè, responsabile informatica dell’Asst Valle Olona. Si parla di 810mila euro investiti per la rete Wi-fi e 600mila già stanziati precedentemente per la Cartella dematerializzata, appunto. La Cartella “digitale” esiste già a Busto per la parte ambulatoriale, mentre sperimentalmente era stata attivata in due reparti dell’ospedale di Saronno e in cinque reparti di Busto.

A questo punto si parte davvero, con l’estensione complessiva a tutto il sistema, con il potenziamento della rete Lan (tranne a Gallarate, dove è già moderna) e con rete wi-fi ovunque. A Busto ci saranno 141 antenne, a dicembre 2019 si attiverà la Cartella dematerializzata in tutti i reparti. A Gallarate le 89 antenne arriveranno a coprire tutti i ventisette reparti e tre fronte office, la cartella digitale sarà attivata entro dicembre 2019 per la parte ambulatori ed entro aprile 2020 per i reparti. Saronno – già a buon punto – andrà a pieno regime entro il febbraio 2020 (ventotto le antenne wi-fi da attivare). E infine c’è il presidio di Somma, dove il tutto sarà completato entro aprile 2020 (sedici le antenne previste).

Il passaggio è un momento delicato, perché «avere un pezzo sul cartaceo e un pezzo sul dematerializzato può essere un problema». Per questo si procede con una scansione dei tempi che dovrà essere il più possibile precisa. Tra i vantaggi della cartella dematerializzata c’è l’assoluta certezza dei tempi registrati dal sistema, ovviamente ogni medico lascerà la sua firma digitale su ogni annotazione inserita in cartella.

Please follow and like us:

Lascia un commento