Varese Press giornale online

gli altri siamo noi

Pubblicato il: 11 Maggio 2019 alle 11:43

I condannati fuori dalla Polizia, lettera a Salvini

Caro ed Illustrissima Sua Eccellenza Sig. Ministro degli Interni,

dopo l’ennesimo utilizzo dell’art. 48 riservato al personale della Polizia di Stato, con il progetto di DESTITUIRE servitori dello Stato, onesti, ligi ai propri doveri e soprattutto al proprio giuramento, come e solo in ultimo in ordine di tempo, il Dr Filippo Bertolami, preceduto da Stefano Calabrò, Daniele Contucci, Rossi, ecc, senza poi dimenticare i casi di mancati arruolamenti degli idonei del 780, che tribolano da ben 14 anni data ultimo arruolamento, per poi finire agli idonei del 1148; tutto ciò perché?

Visto poi i casi di Mafia Capitale, Ostia, Fiumicino, Terrorismo, Cara di Mineo, Genova, ecc. ecc., par verosimile la teoria de O’Sistema, questo però è inaccettabile per chi vuole prima gli Interessi degli Italiani.

Quindi è lecito chiedere :

perché non azzerare i vertici della Polizia di Stato coinvolti in questo presunto sistema, destituendo tutti i condannati e coloro che li proteggono, annientare O’Sistema, che ha visto epurati servitori dello Stato Onesti e ligi al proprio dovere, come altresì, ha visto il furto del futuro professionale a centinaia di cittadini INV, come i casi 780 e 1148 Polizia di Stato, questo perché decide tutto O’Sistema (?), a prescindere dal senso di GIUSTIZIA e LEGALITÀ?

Per questo motivo crediamo che i cittadini ITALIANI onesti siano uniti da questo grido:

FUORI I CONDANNATI DALLA POLIZIA DI STATO, DESTITUIRE LORO E CHI HA INFRANTO IL GIURAMENTO, COMPRESI COLORO CHE HANNO OFFERTO PROTEZIONE, NON CHI AMA FARE IL SUO LAVORO CON ALTO SENSO DELLE ISTITUZIONI, RESTITUENDO COSÌ IL FUTURO AGLI EPURATI E MAGARI A CENTINAIA DI CITTADINI ITALIANI IDONEI ED IN DIRITTO, MOLTI DEI QUALI ASPETTANO DA 14 ANNI.

PRIMA GLI ITALIANI SIGNIFICA ANCHE QUESTO

780 #1148 #Bertolami #Contucci #Calabro

EP

Consulente per la Sicurezza

Esperto di Terrorismo Internazionale

Esperto Giuslavorista Sindacale

Redazione [email protected]

Please follow and like us:

Lascia un commento