Varese Press giornale online

gli altri siamo noi

Problematiche degli abitanti lungo Via Montorfano.

lettera di
Arturo Bortoluzzi      

Presidente della Regione Lombardia

Sindaco del Comune di Varese

Presidente della Camera di Commercio di Varese

Assessore all’urbanistica del Comune di Varese

Assessore alla Polizia urbana del Comune di Varese

Assessore alla Tutela ambientale del Comune di Varese

Assessore alle problematiche dei quartieri del Comune di Varese

Segretario Generale del Comune di Varese

e per conoscenza

Dottor Francesco Spatola

Oggetto: Problematiche degli abitanti lungo Via Montorfano.

Egregi Signori,

abbiamo letto con somma preoccupazione le parole degli abitanti degli edifici che si trovano in Via Montorfano (traversa di Viale Valganna verso Biumo Superiore), che ribadiscono di soffrire gli stessi problemi evidenziati nel maggio 2018. Anzi, questi sono maggiorati.

Infatti:

– contrariamente alla Mozione Presentata dal Consigliere Comunale del Comune di Varese Francesco Spatola, regolarmente approvata, l’ente camerale di Varese, non ha adempiuto alla richiesta di  “effettuare quanto prima e in modo adeguato la ripiantumazione del boschetto, in ottica di corresponsabilità verso la collettività”.

– l’area del boschetto abbattuto è divenuta, invece, una sorta di discarica scarti vegetali e rifiuti di vario tipo.

– la Regione Lombardia non ha risposto al nostro invito di lasciare ogni decisione riguardante le aree cittadine considerate boschi urbani, non come ora di esclusiva competenza della Regione Lombardia, ma di sentire preventivamente il parere del Comune interessato.

– mancanza di sufficiente verde lungo la via in oggetto, che arricchisce in modo indispensabile la vivibilità dell’abitato.

– per quanto riguarda la viabilità, le questioni sono sempre: scarsità di segnaletica; mancanza del trattamento dell’area come quartiere periferico della città che deve avere una propria indipendenza e non rappresentare solo una comoda scorciatoia per coloro che con la propria autovettura non intendono fermarsi alle code che si formano alla rotonda di Viale Valganna; doppio senso di marcia con rischio per i pedoni; dimensioni della carreggiata insufficienti e atteggiamento incivile di tanti automobilisti che corrono troppo velocemente.

– veicoli posteggiati per la strada incuranti delle conseguenze per i pedoni.

Possiamo tranquillamente affermare che nulla è stato fatto nel corso dell’ultimo anno. Ciò detto, chiediamo al Sindaco del Comune di Varese di segnalarci quante volte i dipendenti comunali, siano tecnici, o vigili urbani, si siano preoccupati dei problemi della Via Montorfano e quali relazioni siano state da loro a lui consegnate perché si possa procedere alla loro risoluzione.

Chiediamo a voi tutti di rispondere in maniera adeguata alle richieste di coloro che abitano lungo la Via Montorfano ed elencate qui sopra.

Chiediamo anche di essere informati su tutte quelle che sono le risoluzioni dei problemi di cui sopra.

In particolare chiediamo:

  • All’Assessore alla tutela ambientale, di aumentare il verde nella Via Montorfano tanto da poter soddisfare le normali esigenze lamentate dai cittadini. Ci aspettiamo anche che il personale dedicato alla tutela del patrimonio arboreo sappia proporre alla Camera di Commercio azioni capaci di rendere l’area di cui è proprietaria, ben organizzata per soddisfare le esigenze di coloro che abitano lungo la strada;
  • All’ Assessore alla polizia urbana, di realizzare quei controlli e di adottare quegli accorgimenti di cui sopra;
  • All’Assessore all’urbanistica, come aveva richiesto lo stesso Francesco Spatola, di inserire nella variante di PGT la perimetrazione specifica di “macchie di verde urbano”, a definire le aree boschive attigue e/o complementari all’abitato cittadino (che costituiscono un significativo patrimonio paesaggistico ed ambientale meritevole di particolare tutela), anche a salvaguardia e promozione delle specie vegetali ed animali ivi insediate. Per queste il bosco urbano (sul quale la Regione Lombardia ha attualmente competenza assoluta) rappresenta l’habitat naturale e di sviluppo della biodiversità del territorio. Aree boschive per la salvaguardia delle quali deve essere perorata la causa di lasciare al Comune interessato (che conosce le modalità attraverso le quali i cittadini vivono le aree verdi) almeno di poter fornire proprio parere preventivo;
  • All’assessore alle problematiche dei quartieri di Varese, di poter dare attuazione al deliberato dell’allora consiglio di Circoscrizione, che propose di introdurre una sorta di circolazione ad anello per eliminare i problemi legati al doppio senso di marcia;
  • Al Sindaco anche di insistere presso la Camera di Commercio di Varese perché, quanto prima ed in modo adeguato venga fatta la ripiantumazione del boschetto di via Montorfano, in ottica di corresponsabilità pubblica verso la collettività;
  • Al Segretario Generale del Comune di Varese, di poterci inoltrare copia del verbale della seduta del Consiglio comunale che ha deliberato in ordine alla mozione presentata dal Consigliere Francesco Spatola
  • Al Presidente della Regione Lombardia, come scritto sopra, di consentire tutte le decisioni di gestione dei boschi urbani alla Regione, lasciando sempre al Comune interessato di poter fornire un parere preventivo. Si potrebbe così evitare vengano assunti provvedimenti rovinosi come quello di Via Montorfano.

Attendiamo un cortese riscontro, soprattutto dal punto di vista operativo.

Il Presidente

Arturo Bortoluzzi                                                Varese, 29 Aprile 2019

Please follow and like us:
error

Lascia un commento