Varese Press giornale online

gli altri siamo noi

Lainate. UN GIARDINO ONIRICO ISPIRATO A MONET, ‘NUOVE’ SERRE DI CACTUS

Il 4 e 5 maggio in Villa Litta a Lainate (MI)

NINFEAMUS 2019 E’… UN MERCATO DELLE MERAVIGLIE,

UN GIARDINO ONIRICO ISPIRATO A MONET, ‘NUOVE’ SERRE DI CACTUS,.

LABORATORI PER BAMBINI, VISITE GUIDATE AL NINFEO E MOLTO ALTRO

Per evitare code si consiglia di prenotare il biglietto on line

4/5 Maggio 2019
Sabato dalle 10.30 alle 20.00
Domenica dalle 10.30 alle 20.00

Ingresso a pagamento*: www.villalittalainate.it
(la vendita di biglietti termina
alle 19.00)
Per evitare code consigliamo la prevendita on line: www.villalittalainate.it

INGRESSI
L.go Vittorio Veneto 12;
Ex Podere Toselli, accesso da via Mengato 18 (ingresso con parcheggio)

∞∞∞∞∞∞∞∞∞

L’avvio della stagione di visite a Villa Litta
sarà all’insegna della valorizzazione del parco storico.
Il 4 e 5 maggio
Ninfeamus torna a
ospitare
Wunder Mrkt, Il Mercato delle Meraviglie.

Ma ci sarà anche un
‘Giardino onirico’ ispirato al giardino di Monet e firmato dall’Accademia di
Brera, sarà inaugurato il nuovo allestimento delle antiche Serre in cui potremo
ammirare splendidi esemplari di cactacee (visitabili per tutta la stagione),
saranno organizzati laboratori per bambini, potremo assistere alla danza delle
api… , si potrà visitare il Ninfeo con i suoi magnifici giochi d’acqua
.


OLTRE 150 ESPOSITORI NEL MERCATO DELLE
MERAVIGLIE |
L’annuale appuntamento
dedicato alla promozione della cultura della natura e del paesaggio, organizzata da Paola Ferrario, conservatore
del Museo Il Ninfeo di Lainate, con la collaborazione del Comune di Lainate e
dell’Associazione ‘Amici di Villa Litta’ per il terzo anno torna ad animarsi
del mercato della
creatività. In
perfetta linea con la ‘vocazione’ per cui la famiglia Litta realizzò la dimora
di delizia, il Wunder Mrkt rappresenta ricerca, scoperta, socializzazione,
divertimento.  ‘Wunder’ come la
meraviglia nello scoprire cose sempre nuove, incontrare persone, gustare
assieme buon cibo e sorseggiare bevande, ascoltare musica, partecipare a
workshops oltre a visitare le sale della villa dedicate a mostre e contenuti
speciali. ‘Market’ come il luogo dove poter acquistare opere creazioni artigianali,
vintage, pezzi unici, oggetti di design, arte. Per l’edizione 2019 saranno
oltre 150 gli espositori accuratamente selezionati tra cui il visitatore potrà
passeggiare e divertirsi nel parco storico.


DA BRERA UN GIARDINO ONIRICO ISPIRATO A MONET, IN MOSTRA ANCHE
OPERE DI MARIO CARLETTI |

Presenza di punta di NINFEAMUS,
grazie alla collaborazione instaurata negli anni con l’Accademia di
Belle arti di Brera, Biennio in Teoria e Pratica della Terapeutica Artistica, sarà il ‘Giardino Onirico’, un’opera
condivisa che sarà realizzata dal vivo con il coordinamento della Prof.ssa
Laura Tonani.
Con il coinvolgimento diretto del pubblico di visitatori
prenderà forma una installazione, liberamente ispirata al giardino di Giverny
al quale Monet si dedicò con passione e che ispirò tante sue famose opere. Sarà
questa l’occasione per condividere un momento poetico, un’esperienza creativa e
terapeutica.

In una sala della
Villa sarà, invece, esposta una selezione di opere dell’artista Mario Carletti (Torino 1912-Cossato
1977). Ispiratosi ai grandi dell’impressionismo come Van Gogh e Pissarro,
l’apprezzato disegnatore e litografo piemontese fu amato a Milano, Torino e
Svizzera. Le sue opere sono state battute all’asta e in mostra oggi a Torino,
Ginevra e Cambridge, oltre che Bogotà, Milano e Biella, e acquistate da
collezionisti privati d’Europa e America. 

CHE… SERRE DEL CACTUS!
Con il biglietto d’ingresso alla manifestazione si
potrà accedere liberamente anche alle antiche Serre e per ammirare i nuovi
allestimenti.
Rivisitando
allestimenti di inizio Ottocento (di cui si trova tracci in documenti datati
1829), nelle antiche Serre di Villa Litta protagoniste saranno le cactacee. A
firma della Floricoltura comasca Lampugnani Walter, da 40 anni attiva nel settore, sarà riproposta
una ricostruzione della collezione presente in vivaio, allestita con cactus e succulente di diverse varietà, alcune rare
provenienti dal continente Americano, in particolar modo dall’America centrale,
Stati Uniti (California) e Messico.

Tra gli esemplari
più interessanti quelli della specie delle Mammillarie, con fioriture
frequenti, diverse volte nell’arco dell’anno, a corona, ed esplosive di diverse
sfumature di rosa, dal più intenso al più chiaro.

Ferocactus,
che raggiunge anche dimensioni considerevoli, e fiorisce solo dopo 10/20 anni
di vita; il suo fiore, dalle colorazioni vivaci e sgargianti, si apre la
mattina per poi chiudersi la sera.

Molto
interessante anche il Gimnocalycium, che ha una forma sempre piuttosto sferica,
e fiorisce una volta all’anno, in estate, con fiori a imbuto dai colori forti,
tra il rosa acceso, il rosso e il cremisi.

Da segnalare
alcune varietà di Euphorbia: dal loro piccolissimo fiore, di colore
inizialmente giallo e successivamente rosso, nasce in frutto, di circa 1 cm
perfettamente sferico, che a maturità rilascia un seme “lanciandolo” anche a
diversi metri dalla pianta madre.

Presenti
alcuni esemplari di Agave, di cui la famiglia Lampugnani è grande collezionista,
oltre ad essere apprezzata per la sua bellezza come pianta ornamentale, ha
molteplici altri usi.

Parti di
agave variamente preparate sono usate nell’alimentazione in piatti tipici centroamericani.
Dalle agavi si ricava uno sciroppo, denso come il miele, utilizzato come
dolcificante, in Messico sono utilizzate come foraggio per bovini o per
produrre bevande come il mescal e la tequila.

Dalle loro
fibre tessili si ricavano corde, reti, ceste, abiti, coperte, tappeti e molto
altro.

Tra le
fioriture più spettacolari esposte a Villa Litta quelle degli Echinocereus,
alcuni dei fiori più brillanti della famiglia dei cactus. I colori possono
variare dal rosa-elettrico al rosso scarlatto fino al marrone traslucido, al
verde e anche al giallo brillante. Tranne che per alcune specie solitarie,
tendono a svilupparsi a gruppi, formando dei piccoli cespi con diametri che
possono arrivare fino a due metri.

Le si trovano
nelle pianure costiere a livello del mare, nelle aree desertiche e fino a 8000
metri di quota nelle montagne.

LABORATORI PER BAMBINI, VISITE
BOTANICHE E AL NINFEO, DANZA DELLE API |
Tradizionale appuntamento per le famiglie, a
Ninfeamus non mancheranno laboratori e spazi appositamente studiati per i
bambini. Nei pomeriggi delle due giornate saranno organizzati eventiLAB di
danza, Esibizioni live di “Body painting”, teatro in maschera e molto altro (su
prenotazione).

Ricordiamo che, come ogni anno, i proventi della
manifestazione sono interamente dedicati ad un progetto di valorizzazione del
parco storico. Parte degli incassi della passata edizione sono stati utilizzati
per l’avvio del progetto Alveari Urbani, un progetto ecologico e architettonico curato da
Claudia Zanfi e dedicato al mondo delle api e degli impollinatori, alla
biodiversità e creatività. Con l’obiettivo di valorizzare e migliorare la
conoscenza del parco storico, si è voluta sottolineare l’importantissima
funzione delle api sentinelle dell’ambiente.

Per mostrare
quanto realizzato negli ultimi 12 mesi, sarà realizzata una mini-esposizione
restituzione della bella esperienza lainatese del corso per apicoltori
organizzato in collaborazione con l’Ufficio Ecologia, sarà proposta una performance aperta al pubblico sulla danza delle api, seguita da
letture sul mondo degli impollinatori.

Durante tutta la manifestazione sarà possibile
visitare il Ninfeo di Villa Litta accompagnati dai volontari Amici di Villa
Litta.

Please follow and like us:
error

Lascia un commento