Varese Press giornale online

gli altri siamo noi

Pubblicato il: 20 Aprile 2019 alle 10:27

Gallarate, 12 ore in carrozzina prima del ricovero

«Mia sorella è diabetica, cardiopatica, in lista d’attesa per intervento al cuore – racconta il gallaratese -. Il cardiologo aveva suggerito un ricovero d’urgenza, così siamo arrivati al Sant’Antonio Abate alle 11.10. Sono stato rimbalzato a causa di informazioni discordanti, da un reparto all’altro, perdendo un’ora di tempo utile alla registrazione. E qui il tempo è prezioso per la priorità visto l’elevato afflusso al triage».

Una serie infinita di disagi giornalieri a causa della mancanza di personale al Pronto Soccorso, e le denunce pubbliche salgono con casi al limite dell’incredibile

” Dodici ore per una persona cardiopatica e diabetica sono troppe!», tuona il fratello rivendicando attenzione.

Ci saranno precisazioni della dirigenza, ma la sanità non può ridursi così.

Sono troppi coloro che vanno al Pronto Soccorso? Non c’e’ personale sufficiente? Gli spazi sono angusti? Manca programmazione? Una serie di interrogativi che si ripetono periodicamente.

Please follow and like us:

Lascia un commento