Varese Press giornale online

gli altri siamo noi

Gallarate: tolleranza zero per le cacche dei cani

tolleranza zero per le cacche dei cani
tolleranza zero per le cacche dei cani

Dalla tolleranza sotto forma di prevenzione, si è passati alla repressione sotto forma di sanzioni: l’amministrazione comunale non è infatti più disposta a chiudere un occhio nei confronti dei padroni dei cani che non si occupano di pulire dove e quando il loro animale sporca.

Negli scorsi giorni sono arrivate le prima quattro sanzioni, risultato dell’opera di controllo soprattutto nei giardini pubblici da parte degli agenti della polizia locale. Quattro multe da 50 euro ciascuno, tre elevate all’interno del parco Marinai d’Italia (a due passi dal centro commerciale Malpensa Uno) e una nel giardinetto di via delle Rose. Identico il copione, con il cane che fa i propri bisogni e il padrone che, noncurante, si allontana lasciando il “ricordino”.

Regolamento comunale di igiene urbana alla mano, i
trasgressori sono stati sanzionati in base all’articolo 40. Stesso regolamento,
ma articolo diverso (il numero 51) applicato nei confronti di un altro
proprietario di cani, sanzionato perché l’animale non era al guinzaglio: anche
nel suo caso 50 euro di multa.

Quello di ieri non è un intervento a spot: l’assessore alla
Sicurezza, Francesca Caruso, in
accordo con il comandante della polizia locale, ha infatti disposto un lungo
periodo di controlli mirati, che riguarderanno le aree verdi cittadine ma anche
strade e vie di Gallarate.

Please follow and like us:
error

Lascia un commento