Varese Press giornale online

gli altri siamo noi

Tribunale di Varese – Pignoramento di immobile abusivo

Questa mattina, al Tribunale Civile di Varese innanzi al Giudice dott. Elisabetta Chiodini, si è tenuta l’udienza per il pignoramento e messa all’asta dell’appartamento di proprietà della sig.ra Loredana Falchi richiesto dall’Amministrazione del complesso residenziale, denominato Plan di Bregano, per mancati pagamenti dei contributi condominiali. A prescindere dalla natura giuridica del complesso edilizio (condominio/ supercondominio/ quartiere scomparso del paese) il punto di caduta dell’annosa vicenda oggi è chiaro: gli immobili sono abusivi oppure regolari? La tesi della sig.ra Falchi è semplice: non vi sono licenze edilizie di nessun tipo per le così dette “parti comuni” e vi sono delle licenze edilizie nulle rilasciate per gli immobili abitativi poiché generiche e datate 1973 ma non collegabili ai terreni su cui insistono gli immobili nati dalla lottizzazione dell’area avvenuta il 08/07/1976, ovvero tre anni dopo. Tesi facile da verificare poiché è sufficiente mandare la Polizia Giudiziaria in Comune a Bregano per accertare l’esistenza o meno di dette licenze edilizie e la loro validità. L’accertamento di eventuali abusi edilizi inerenti la costruzione e la vendita, tramite atti notarili, degli immobili del Plan di Bregano avrebbe conseguenze devastanti sia sulla gestione della Cosa Pubblica sia sull’amministrazione della Giustizia che, in innumerevoli cause civili e con l’archiviazione dei vari procedimenti penali, ha sempre sposato le tesi dell’Amministrazione del Plan di Bregano: va tutto bene. Se gli immobili dovessero risultare effettivamente abusivi pare ovvio che in essi non sia possibile avere una regolare residenza e di conseguenza documenti validi neppure per le prossime elezioni comunali.

Please follow and like us:
error

Lascia un commento