Varese Press giornale online

gli altri siamo noi

Pubblicato il: 15 Aprile 2019 alle 18:59

Nessun confine alla collaborazione tra Polizia Italiana e Guardie Svizzere

Presentato a Luino, presso il Commissariato della Polizia di Frontiera, il nuovo servizio di pattugliamento misto in territorio italiano-svizzero.

A  completamento di quanto già stato fatto al confine di Chiasso anche Luino ha il suo servizio misto Italia-Svizzera di pattugliamento dei confini. L’addestramento degli agenti seguendo un’unica linea guida porterà ad una maggior sorveglianza dei territori di confine e, sulla base di una rafforzata cooperazione tra forze dell’ordine dei due paesi, ad una maggior sicurezza del cittadino. Nel suo intervento il Sottosegretario del Ministro degli interni, Stefano Candiani  ha sottolineato l’importanza di questa iniziativa, volta ad avviare altre future collaborazioni italo- svizzere verso un’integrazione dei servizi tra i due stati. Jurg Noth, a capo del Corpo delle Guardie di Confine svizzere, ha ribadito che la missione comune è creare sicurezza  nelle zone transfrontaliere e l’accordo raggiunto è fondamentale per  poter collaborare in modo più efficace. Il commissario Francesco Pino ha spiegato come avverrà il servizio con la presenza di due pattuglie una italiana e l’altra svizzera operative sul confine La pattuglia ospite avrà compiti di osservatrice delle attività svolte, ma sarà anche utile per l’assistenza e lo scambio di informazioni, anche se la finalità principale delle operazioni sarà quella di contrastare l’immigrazione clandestina, questo avverrà insieme con le altre forze di polizia presenti sul territorio,  intervenendo in caso di necessità, mentre per i fermi competente è l’autorità del territorio nazionale  dove si opera. I centri base sono a Luino il Commissariato di Polizia di Frontiera, con, nella fase iniziale, il valico di Fornasette e  l’utilizzo del valico di Ponte Tresa. L’obiettivo è quello di estendere il servizio a tutta la fascia di confine tra Zenna e Gaggiolo. Presenti alla cerimonia di inaugurazione, presso il commissariato della Polizia di Frontiera di Luino, oltre al Sottosegretario al Ministero degli Interni, Stefano Candiani, il vicesindaco di Luino, Alessandro Casali, il prefetto Massimo Bontempi, il prefetto di Varese Enrico Ricci, il questore di Varese Giovanni Pepè, la dottoressa Irene Tittoni, direttrice del Servizio Polizia delle Frontiere e degli Stranieri, il capitano della Guardia di Finanza di Luino, Felice Stringile, il comandante dei Carabinieri della Stazione di Luino, il maresciallo Vincenzo Alfano e il comandante della Polizia Locale di Luino, Elvira Ippoliti. Scambio di doni tra Stefano Candiani, con la consegna della spilla della Polizia di Stato in occasione del centenario di uso da parte della Polizia Italiana del simbolo dell’aquila  al capo del Corpo delle Guardie di Confine, il brigadiere Jürg Noth.

Gianni Armiraglio

Lascia un commento